Category Recensione

Final Fantasy Advent Children

Final Fantasy Advent Children (tradotto: bambini di accadimento) è il film tanto atteso dai fans più accaniti della fortunata serie di videogiochi, firmata Squaresoft. La saga di Final Fantasy, arrivata alla sua dodicesima edizione, ha origini che risalgono agli anni 90, anni fiorenti per i videogiochi di ruolo, noti come rpg.

Il primo film realizzato dalla stessa Squaresoft, distribuito dalla Columbia Tristar negli USA e in Europa nel 2001 non ha avuto gli esiti sperati.

Infatti, già dalla trama, totalmente estranea a riferimenti degli episodi della saga, esso è stato ampiamente apprezzato soprattutto per le avanzate tecniche di realizzazione adottate e dalla presenza di personaggi, realizzati completamente in digitale, proponendo gli attori come doppiatori.

Final Fantasy The spirits ...

Continua a leggere

Kimagure Orange Road (Manga)

Il triangolo sentimentale è sempre stata una delle trovate più interessanti per raccontare una storia d’amore, basti pensare alle serie televisive statunitensi destinate a un pubblico adolescenziale per esempio Beverly Hills 90120, Dawson’s Creek, o il più moderno O.C. Poi tra i manga non si contano più le storie con questo tipo d’intreccio sentimentale, lui, lei, altro (o altra dipende dai casi).

Ma Kimagure Orange Road, o più semplicemente Kor, o solo Orange Road è un caso a parte. L’opera di Izumi Matsumoto, pubblicata a partire dal 1984, ha qualcosa in più, e quel qualcosa ha un nome: Madoka Ayukawa.

Il protagonista della nostra storia è un tipico adolescente Kyosuke Kasuga, 15 anni, timido, indeciso cronico e non brillante né negli studi né negli sport...

Continua a leggere

Blood the last vampire

Il Vampiro, non c’è che dire, è forse il mostro classico che amiamo di più. Per quanto siano passati più di 100 anni (l’anno prossimo sarà il 110 anniversario) dal uscita del romanzo di Bram Stoker: Dracula.

Quello del morto vivente che esce dalla tomba per bere il sangue dei vivi lo si può considerare il mito più vecchio di tutti, forse vecchio come la civiltà. La gente continua ad amarli. Ma dopo tutto i vampiri sono dei mostri versatili, puoi trovarli nelle saghe fantasy, o nella Londra vittoriana, o nelle oscure e gotiche città moderne, o fra i grattacieli delle megalopoli alla Blade Runner.

Il progetto multimediale di Blood the last vampire (2002) nasce da un’idea di Mamoru Oshii, regista di Ghost in the Shell e del più recente Avalon (film live da cui è stato tratto Matr...

Continua a leggere

[Speciale] Live Action Movie (parte 4)

Il nostro speciale sui Live Action tratti da manga ed anime è giunto al suo quarto appuntamento e quest’oggi parleremo di un altro personaggio arrivato in Italia sia in versione manga che in versione serie tv. Il protagonista/manga/anime in questione è Lady Oscar che sicuramente tutti voi conoscerete ed anche molto bene.

Il live è del 1978, una coproduzione tra Francia e Giappone della durata di 124 minuti che vede alla regia Jacques Demy ed il cast è composto da: Catriona MacColl, Mark Kingston, Barry Stokes, Christine Böhm, Jonas Bergström, Terence Budd, Shelagh McLeod, Sue Lloyd, Michael Osborne, Anouska Hempel, Mike Marshall, Cadine Constan.

La trama, che bene o male conoscono tutti, è questa: nel dicembre del 1755 nasce la sesta figlia del generale Jarjayes...

Continua a leggere

Recensione DX ZAMBOT 3

Modello della linea  S.O.C. (soul of chogokin) uscito nel 2004, molto atteso dagli estimatori di questa fortunata serie Bandai ma ancor più dagli amanti dei robottoni anni 70’ . Si perchè lo Zambot 3 fa parte di quel filone di anime di successo del periodo d’oro dei robot (metà anni 70) che in Italia ha goduto di ottimo successo. Questo dovuto principalmente alla distribuzione sul nostro territorio da parte della Ceppiratti (importatrice di robot Giapponesi a quei tempi) del mastodontico giocattolo DX ZAMBOT 3 in contemporanea con la messa in onda da parte di emittenti privati della relativa serie.

Modello creato in origine dalla ditta Giapponese Clover  nel 77’ , che ebbe un riscontro positivo (dovuto alle dimensioni ed alla trasformazione del giocattolo) nonostante l’anime non eb...

Continua a leggere

Recensione Dolce Remì (seconda parte)

Passato l’inverno, i Driscoll partono con i loro carri per vendere in giro per l’Inghilterra la merce accumulata, ma durante la sosta in un villaggio approfittano ancora di Capi per mettere a punto l’ennesima rapina. Il colpo però non va a segno e fuggono lasciando Remì, per farlo incolpare del furto a causa della presenza di Capi sempre al suo fianco, riconosciuto come “il cane dei rapinatori”. Il bambino viene quindi arrestato e processato e viene deciso il suo trasferimento nelle carceri della contea… ma Mattia non ha certo abbandonato l’amico e con l’aiuto di Bob riesce a mettere a punto un piano d’evasione che riesce alla perfezione, permettendo loro di imbarcarsi finalmente alla volta della Francia.

Tornati in Francia, i due decidono di rimettersi in cammino seguendo il corso dei f...

Continua a leggere

Recensione Claymore (Manga)

Anche se sembra strano solo da pochi anni esistono manga di genere fantasy, più o meno 20 anni con la pubblicazione di Bastard!! di Hagiwara e i romanzi/fumetti di Lodoss.

Ma solo di recente e con opere esterne ai manga, come i film del signore degli anelli e di Harry Potter, il pubblico e gli autori giapponesi hanno scoperto questo genere fatto di spada e magia; di maghi, guerrieri e creature fantastiche. Tra i manga fantasy di nuova generazione si può elencare: il successo internazionale di Berseker di Kentaro Miura, l’umoristico Slayers e il recente Claymore.

L’ambientazione di Claymore è un mondo di fantasia con riferimenti medioevali. Politicamente, sembra essere diviso in un grande numero di città-stato separate tra loro, dove gli umani coesistono con dei mostri chiamati yoma...

Continua a leggere

Recensione Dolce Remì (prima parte)

Di sicuro la storia di Remì, (Rittai Anime Ienaki Ko nell’edizione originale) serie tv datata 1978, è una tra le storie più malinconiche e tristi di tutti gli anime.

Questo piccolo capolavoro è stato tratto dal famoso romanzo di Hector Malot “Senza Famiglia” del quale, nel 1970, ne era già stato fatto un lungometraggio animato sempre in Giappone...

Continua a leggere

Recensione Junk – Cronache dell’ultimo eroe

Kia Asamiya può essere chiamato “l’eroe dei due mondi”, è uno dei pochi autori di manga ad aver lavorato per qualche tempo con le più grandi case di fumetto USA, la Marvel e la DC. Per la Marvel ha fatto una mini serie di 5 numeri sugli X-men, mentre per la DC comics ha fatto una bellissima storia di Batman in 2 volumi, il suo eroe preferito. Dopo la trasferta americana decide di creare il “suo” supereroe ed ecco Junk, cronache dell’ultimo eroe.

In sintesi ecco la trama, Hiro è un ragazzo che non esce mai di casa per colpa di alcuni suoi compagni di classe che lo maltrattano e lo perseguitano. Un giorno navigando su Internet si imbatte in uno strano sito in cui si registra ad un concorso...

Continua a leggere

Recensione Mazinkaiser contro il Generale Nero

Dopo la bellissima serie di OAV (Original Animation Video) dedicata a Mazinkaiser e ad un anno esatto dalla conclusione della serie, il medesimo staff sforna un lungometraggio che ne prosegue le coinvolgenti avventure portandone avanti la storia. Questo film di per se non nasce da un’idea originale, ma si rifà al famosissimo film Mazinga Z contro il Generale Nero reinterpretandolo ed infatti il titolo di quest’opera non poteva che essere “Mazinkaiser contro il generale nero”. Il suo nome originale significa “Dio Demone Imperatore”, essendo l’unione delle kanji giapponesi “Ma” e “Jin” e di quella tedesca “Kaiser”.

Le armi del Mazinkaiser sono una versione potenziata di quelle dei due precedenti Mazinga: Koshiryoku Beam, simile ai Raggi Fotonici di Mazinga, ma molto più potente e Turbo ...

Continua a leggere