Il logo delle Olimpiadi trasformato in un porno dei Simpson

Si è parlato tanto dei giochi olimpici che a giorni inizieranno, ma negli ultimi giorni si parla tanto di qualcosa di simpatico che sta gira sui social network, e che sta facendo ridere la rete. Il logo di Londra 2012 infatti è stato trasformato: ritoccando un po’ solo i colori (quello originale è tutto viola) prendono forma i simpatici Simpson che siamo abituati a vedere in tv. Ma in un’ottica diversa: se guardiamo bene il logo, sembrerebbe che Lisa Simpson, la sorella secchiona di Bart, figlia di Homer e Marge, sia impegnata a svolgere un “servizietto porno” al fratello Bart!

E così la foto dai colori modificata viaggia su Twitter e Facebook, e fa ridere il web. Nella gallery potrete vedere effettivamente quello che succede cambiando i colori al logo di Londra 2012. Una vera e propria illusione ottica che lascia senza parole.

Tags:  , ,

4 comments to Il logo delle Olimpiadi trasformato in un porno dei Simpson

  • Gablot  says:

    Certo che Daniella (la twitterante, mi si passi il termine) ne ha di fantasia a vedere in questo logo (brutto devo dire) un “servizietto” di Lisa Simpson al fratello Bart, e perchè no al povero Milhouse?
    la parola lOndOn contiene proprio gli occhiali di Milhouse 🙂

  • Dorian Gray  says:

    Non sanno più cosa inventare: «There is only one thing in the world worse than being talked about, and that is not being talked about».
    E’ propio vero, resto basito ogni giorno di più.

  • pediopeco  says:

    Tanto rumore per nulla non direi, visto che in Italia un giornale come il SOLE 24 ORE ha messo in prima pagina il logo FAKE dei Simpson, ripetendo poi il grossolano errore nelle pagine interne; basta andare a riprendere il giornale del 23 luglio per rendersi conto del’errore marchiano che i redattori del più importante giornale economico nazionale hanno compiuto…

  • zepper  says:

    lollissimo 🙂

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>