Etna Comics gli “incontri impossibili” di Moreno Burattini (parte I°)

Alla manifestazione Etna Comics, giunta alla seconda edizione, erano presenti numerosi ospiti tra i quali Moreno Burattini che a nostro avviso si è rivelato il più simpatico di tutti. Non ce ne vogliano gli altri, ma la simpatia di Moreno, da buon e autentico toscanaccio, è venuta fuori sia negli incontri col pubblico, che nel wokshop dove ha illustrato le censure negli albi Bonelli ed è stato un autentico mattatore, sia nello spazio firme dove, accanto al maestro Gallieno Ferri, non si è limitato a firmare ma ha realizzato anche disegni che trasudavano comicità e simpatia al solo vederli.

Moreno Burattini è da anni lo sceneggiatore principale delle serie di Zagor. Ha iniziato nel 1991 e ad oggi ha superato persino Guido Nolitta (Sergio Bonelli) diventando il primo autore per numero di storie scritte, ma non solo quantità, ma anche tanta qualità, così da portare la serie di Zagor, assieme a Mauro Boselli, ad una vera e propria rinascita. Se infatti dopo l’abbandono della serie da parte di Toninelli Zagor era prossimo alla chiusura, dopo l’avvento del duo Boselli-Burattini coadiuvati dall’ottimo Queirolo, Zagor ha letteralmente avuto una rinascita del tutto inaspettata soprattutto per gli addetti ai lavori. Questo è stato possibile perchè Moreno Burattini ha saputo dare quel giusto tocco di novità alla serie senza però stravolgere quelle che erano state le atmosfere Nolittiane, anzi facendole proprie ed elaborandole col suo personalissimo stile, frutto del suo essere attento lettore ancora prima di diventare un affermato sceneggiatore.

Abbiamo notato Moreno Burattini a spasso tra gli stand di Etna Comics effettuare gli acquisti più disparati e proprio ad uno di questi stand lo abbiamo sentito parlare della realizzazione dei suoi incontri impossibili.

Le statuine 3D dei personaggi dei fumetti Moreno li utilizza per realizzare degli incontri che sarebbero altrimenti impossibili, abbiamo così Valentina che fotografa le Sturmtruppen o Max Fridman che chiede un passaggio a Lazarus Leed, ma anche un’irriverente Messalina che si informa sulla lunghezza di una parte anatomica di Tiramolla… ma più che descriverle credo sia meglio passare a vedere le immagini. Vi ricordiamo che le immagini, gentilmente concesse da Moreno Burattini, sono disponibili sulla sua pagina facebook. Adesso lasciamo spazio alle immagini che si commentano da sole

Valentina e le Sturmtruppen

Max Fridman e Lazarus Leed

Messalina e Tiramolla

Comandante Mark e Lupo Alberto

Diabolik, Eva e Cico

Akim e Tarzanetto

Coccobill e il Piccolo Ranger

 

il Signor Bonaventura e Miele

Questa prima parte si chiude qui con un Signor Bonaventura che non è mai stato così felice di pagare un milione, a breve la seconda parte con altrettanti incontri impossibili: Tex e lo sconosciuto, Zorry Kid e Isabella, un inebetito Dampyr davanti alla splendida vampira Zora… to be continued >>

icollezionisti

6 Commenti a Etna Comics gli “incontri impossibili” di Moreno Burattini (parte I°)

  • luc@  dice:

    simpatici 🙂
    Mi piacerebbe vedere Tex e Corto Maltese, sono certo che il loro dialogo non sarebbe affatto banale, sono 2 personaggi che avrebbero molto da dire.

  • Blue  dice:

    Diana Lombard e Julia Kendall le vedo bene in un incontro (in)possibile.
    Gli americani sono maestri dei crossover, in Italia non c’è questa moda se non per rarissime eccezione che non superano le dita di una mano, è un peccato perché potrebbe nascere qualcosa di cui i nostri fumetti potrebbero trarre giovamento (e non parlo di sole vendite)

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>