[Speciale Live Action] Devilman (2004)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, ritroviamo a parlarvi di una produzione giapponese, ancora una volta si tratta di un lungometraggio tratto da un famoso manga da cui sono stati tratti sia una serie tv che tre OAV. Stiamo parlando di Devilman, nato dalla mente e dalla matita di Go Nagai. Sia il manga che le relative trasposizioni sono arrivate anche in Italia ed in particolare del manga vi avevamo già parlato in uno speciale in due puntate che trovate qui e qui.

Tornando al live action in questione, possiamo dirvi che risale al 2004 diretto da Hiroyuki Nasu poco prima che scomparisse prematuramente, per colpa di un cancro, non potendosi godere la consacrazione arrivata proprio grazie a questa pellicola.

Il cast della pellicola è composto da: Hisato Izaki che interpreta Akira Fudô/Devilman, Yûsuke Izaki nel ruolo di Ryô Asuka, Ayana Sakai che impersona Miki Makimura, Asuka Shibuya nei panni di Mîko, Ryudo Uzaki che interpreta Keisuke Makimura, Yôko Aki nel ruolo di Emi Makimura, Ai Tominaga che impersona Silene. A questi nomi se ne aggiunge un altro, quello di Go Nagai che, al pari di Alfred Hitchcock, ha fatto una piccola apparizione cameo verso la fine del film, impersonando un prete.

Akira Fudo è un ragazzo come tanti altri, amico d’infanzia di Ryo Asuka, un giovane bizzarro che adora l’amico e reagisce in maniera spropositamente violenta verso chi tende a far del male al suo amico.

Quando poi Ryo avvicina ancora Akira per metterlo al corrente di un orrendo accadimento avvenuto nel laboratorio di suo padre, l’atto si compie.
Il loro destino è già scritto.

La scoperta di esseri antichi come i demoni.
La loro diffusione nella terra tramite fusione con gli esseri umani e la cosa su cui principalmente faceva leva l’opera originale di Nagai (rimpiazzata nella serie tv da gag equivoche) il terrore e l’isteria generale della gente. Con livelli di terrore tali da far uccidere gli esseri umani tra di loro e reiettando quelli che vengono considerati “demoni”…

Eppure alcuni tra loro non sono demoni!
Sono Devilman.
Uomini fusi con demoni che hanno mantenuto la loro coscienza umana grazie alla forza di volontà.
Tra questi c’e’ proprio Akira che diverra’ il capostipite di questa nuova razza, il Devilman nato dalla fusione tra Amon, il piu’ forte dei demoni e Akira Fudo.

Akira Fudo e il suo amore per Miki.
Ryo Asuka e il suo amore per Akira.
Sentimenti contrastanti che non riescono a vivere in armonia e che portano letteralmente alla fine del mondo.

Il regista Hiroyuki Nasu nel 2004 dirige un ottimo film action-horror su Devilman. Il film, per ovvi motivi di trama, abbonda di effetti speciali, non a caso in Giappone ha ricevuto il premio come migliori effetti speciali all’Asian Pacific Film Fest del 2004 dando un prestigioso riconoscimento qualitativo all’opera. Spettacolare sotto ogni punto di vista scenico, dalla scenografia angosciosa, gotica e tetra, agli effetti speciali magnifici e ricchi in ogni particolare, alle scene di azione dove ci sono dei veri e propri combattimenti tra titani (vedasi il combattimento finale tra Satana e Amon dentro alla cattedrale, uno scontro furibondo dove abbondano devastazioni e ricchissimi effetti grafici).

La pellicola si avvale spesso di molte sequenze splatter, al limite del rivoltante, che è diventato un classico di molti horror movie nipponici della metà del 2000 (vedi “Ichi the Killer”, “Naked Blood” del ‘96, “Stacy” e l’ultra gore “Meatball Machine”) e trattando il tema della possessione demoniaca è pregno dell’inquietudine tipica dei satan-movie. Particolarissima anche la colonna sonora e suggestive le scene delle mutazioni demoniache, ottima l’interpretazione dei protagonisti principali… quel che più colpisce del film è l’ambientazione violenta che rappresenta villaggi e paesaggi apocalittici, proponendo allo spettatore i luoghi annientati dai demoni lungo tutta una scenografia stretta in una morsa malvagia e narcotizzante, regalandoci un più che pregevole uso della fotografia.

Nonostante il film sia stato annunciato dall’allora Shinvision e, successivamente, riconfermato dalla EXA Cinema, la pellicola a tutt’oggi non ha ancora beneficiato di un’edizione italiana, il che si rivela un vero peccato ed una pesante mancanza nel mercato editoriale italiano. Chi volesse recuperare e vedere la pellicola, cosa che noi vi consigliamo di fare, dovrà necessariamente ripiegare sulle risorse di rete per recuperare la versione sottotitolata in italiano che già da qualche anno circola tra gli appassionati.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!


speciale-live-action-devilman-2004-02

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>