Spia + spia - Due superagenti armati fino ai denti

¤ [Speciale Live Action] Spia + spia – Due superagenti armati fino ai denti (2003)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action. Si tratta di una produzione Spagnola realizzata nel 2003 ed il cui titolo è Spia + spia – Due superagenti armati fino ai denti.


Spia + spia – Due superagenti armati fino ai denti è un film del 2003 diretto da Javier Fesser, un regista e sceneggiatore spagnolo. Ha studiato comunicazione nell’Università Complutense di Madrid e nel 1986 ha fondato la casa di produzione Línea Films.  

Il cast della pellicola è composto da: Pocino nei panni di Mortazzòlo, Pepe Viyuela che impersona Rincobronco, Dominique Pinon nel ruolo di Fredy La Mazza, Paco Sagárzazu che interpreta Tiranno Calimero, Mariano Venancio nei panni di Super, il Sovrintendente, María Isbert che impersona Mentxu, la madre di Rincobronco, Janfri Topera nel ruolo del Professor Bacterio, Berta Ojea che interpreta Ofelia, José Manuel nei panni di Moya Danino, Joan che impersona Gadea, Javier Aller nel ruolo di Mickey, il Gigante, Paco Hidalgo che interpreta Toto, Janusz Ziemniak nei panni di Nadiusko, spia russa, Emilio Gavira che impersona Rompetechos, Germán Montaner nel ruolo di Klaus, segretario di Calimero, Pablo Pinedo che interpreta Frederico, Eduardo Gómez nei panni di Cornejo.

     

Il D.D.T. (ovvero Demoralizzatore Delle Truppe), una nuova arma micidiale, inventata dal professor Bacterio, è stata rubata da un malvagio dittatore che ha in mente di usarla per scopi criminali. Ad investigare sul furto viene chiamata la Total Intelligence Agency, che affida l’incarico ad un detective viscido e presuntuoso. Mortazzòlo e Rincobronco, due agenti della T.I.A. piuttosto maldestri, delusi perché il Sovrintendente non ha voluto avversi del loro aiuto, decidono di entrare ugualmente in azione e investigare per conto loro…

Si tratta della trasposizione cinematografica di “Mortadelo y Filemòn” di Francisco Ibanez; la serie ruota attorno a due agenti segreti scalcagnati ma indistruttibili, bersagliati da qualsiasi tipo di disgrazia si riesca a far stare dentro la pagina. Dei due, “Mortadelo” sfoggia vari travestimenti per prendere il nemico di sorpresa, mentre “Filemone” è il capo del duetto, colui che dirige le operazioni nonché il primo a cadere.

Il film, prodotto da Sogecine e Películas Pendelton e girato a Madrid, Gijón e Valencia, dura 105 minuti, ed è interpretato da Pepe Viyuela nel ruolo di “Filemone” e dal somigliantissimo Benito Pocino nel ruolo di “Mortadelo”. I lavori sono durati un anno e sono stati compiuti nel massimo segreto; di certo si sa che è stato girato in digitale e che possiede più di 64 effetti di postproduzione, che equivalgono a 400 piani di prospettiva, al livello del film dell’Uomo Ragno; il preventivo di spesa è stato di circa 6 milioni di euro (circa un miliardo di pesete).

La prima visione era prevista per il 7 febbraio 2003, e contemporaneamente le EdicciònesB hanno fatto uscire più di un libro collegato al film.

Una curiosità`: sembra che mentre gli aspiranti al ruolo di Mortadelo sono stati una fila interminabile, per recitare nel ruolo di Filemone, colui che si prende le casseforti in testa per primo, non si è presentato quasi nessuno.

Tratto dal fumetto umoristico spagnolo Mortadelo y Filemón di Francisco Ibanez.

La prima storia di Mortadelo y Filemón apparve il 20 gennaio 1958 sul numero 1394 della rivista a fumetti Pulgarcito, con il titolo “Mortadelo y Filemón, agencia de información”.

Il fumetto si poneva come una forte parodia di Sherlock Holmes e il dott. Watson, richiamati non solo nei caratteri dei personaggi, ma anche nel loro modo di vestire. La loro prima storia era composta di una sola pagina e in bianco e nero.

Nel periodo iniziale Filemón e` capo di un`agenzia investigativa con Mortadelo come impiegato, pronti a soddisfare le esigenze dei clienti, tra mille disavventure ed equivoci esilaranti.

Nel 1969 avviene un cambio notevole nelle storie dei personaggi: entrano infatti a far parte dell’agenzia segreta T.I.A. (chiara parodia della C.I.A.) come spie, afiancati da tutta una serie di nuovi comprimari. I fumetti di Mortadelo y Filemón diventano piu` lunghi e complessi rispetto al precedente periodo, riscuotendo un sempre maggior successo.

Ibáñez mantenne i diritti di pubblicazione dei suoi personaggi fino al 1987; da li` in poi le storie di Mortadelo y Filemón vennero affidate anche ad altri autori.

In Italia i fumetti apparvero qualche volta, cambiando i nomi dei personaggi in Mortadella e Filemone (talvolta anche Mortadello e Polpetta).

Il film, dopo un discreto successo avuto in patria, è arrivato in Italia ed è stato distribuito in Home Video nel 2006 con una semplice edizione DVD che, a tutt’oggi, è anche l’unica disponibile nel nostro paese.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>