ARCADE MODE

ARCADE MODE A ETNA COMICS 2019

Chi è nato dal 1970 in poi non può non conoscere i videogiochi arcade, ossia quelli che si trovavano nelle sale giochi, e le loro rielaborazioni casalinghe realizzate per le diverse consolle domestiche che si sono via via evolute nel corso degli anni fino ad arrivare a soppiantare i loro stessi progenitori.

Ma torniamo agli arcade: dal famosissimo PONG, primo videogioco della storia, a Breakout, ne è passata di acqua sotto i ponti, ma tutti sicuramente conoscono, per averli giocati anche solo con l’emulatore su un PC, pietre miliari dei giochi arcade come Space Invaders, Pac Man, Donkey Kong, Frogger, Asteroids, nati nei primi anni ’80, ed i relativamente più recenti Supermario, Street Fighter, Zelda o Ghost and Goblins.

Oggi molti di questi giochi, paragonati a quanto offerto dalle moderne consolle in commercio, fanno quasi tenerezza nella loro semplicità, eppure a vederli o a sentirli si avverte sempre una certa nostalgia, di bei tempi che non torneranno più.

Sentirli, appunto. Chi non ha ancora nelle orecchie il rumore di Pac Man quando viene catturato da un fantasmino, o il suono incessante della camminata degli alieni di Space Invaders o le musichette che accompagnano le avventure di Supermario o ancora le urla dei lottatori di Street Fighter?

Ebbene, grazie a Etna Comics 2019, il Festival internazionale del fumetto e della cultura pop che si terrà a Catania dal 6 al 9 giugno presso il centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania,   domenica 9 giugno alle 20.00 sul palco dell’Arena, ci si potrà  immergere in questi fantastici suoni grazie all’Arcade Mode di John Lui, produttore musicale e musicista catanese, nonché grande fan di videogiochi arcade, che li ha “catturati”  reinterpretandoli e mettendoli in musica.

Per tutti gli appassionati di videogiochi e in genere per i nostalgici si tratta quindi  di un appuntamento da non perdere.  

Francesco De Joannon

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>