Una statua in Bronzo per festeggiare il quarantennale di Devilman

L’azienda giapponese Nagae della prefettura di Toyama ha dato il via alla raccolta delle prenotazioni per quanti desiderino assicurarsi la statua “悪魔人間降魔成道像 Devil Man Gouma Jyoudou Zou”.

La riproduzione in bronzo è volta a celebrare i quaranta anni di Devilman, celeberrimo personaggio nato dalla matita del maestro Go Nagai, il cui manga venne serializzato sulle pagine di Shonen Magazine dall’11 giugno 1972 al 24 giugno del 1973 e da cui fu tratta (sempre nel 72) una serie tv anche se dai toni e dalle atmosfere decisamente più soft rispetto a quelle del manga e che arrivò in Italia nei primi anni ottanta.

Nagai ha spesso dichiarato di essere stato particolarmente colpito dalla rappresentazione della Divina commedia nelle incisioni di Gustave Doré, in particolare di quelle dell’Inferno. Da questa sua passione derivano molte delle ispirazioni per Devilman e per il suo “antenato”, mai completato, Mao Dante. Go Nagai dipinge una storia cupa, grottesca, violenta e inquietante.

Emerge prepotentemente uno dei temi molto cari all’autore, quello dell’analisi del lato oscuro della personalità del protagonista, che da timido studente si ritrova a dover convivere con la brama di sangue e violenza ereditata dalla sua componente demoniaca che fa di lui un antieroe. Riferimenti a questa tematica si ritrovano in molte opere nagaiane, a partire da Mazinga Z per terminare con Mazinsaga; la domanda fondamentale rimane sempre la stessa: come si comporta un uomo a cui il destino ha dato poteri e capacità simili a quelle di un essere superiore, quasi una divinità? Si comporterà in maniera benevola, o diventerà un demone distruttore? Un quesito che porta ad un’amara analisi del lato oscuro dell’essere umano.

In riferimento a queste tematiche, Nagai dichiarò in un’intervista che la visione estremamente negativa del mondo e degli esseri umani che aveva all’epoca (e che è ovviamente finita in Devilman) derivava dal pesante ostracismo di cui era soggetto a causa del suo fumetto satirico La Scuola Senza Pudore.

Come dicevamo prima, il manga è del 1972 enne pubblicato come manga in Shonen Magazine, Go Nagai progettò il manga come molto più horror e maturo della versione animata. Venne successivamente ristampato in 5 volumetti ed è stato ristampato più di una dozzina di volte e tradotto in cinque lingue. L’estrema violenza del manga e la sua trama eccellente lo resero un immediato successo.

In Italia il manga ha avuto le seguenti pubblicazioni:

  • Dalla Granata Press, sulla testata Z Star, 14 volumi pubblicati dal dicembre 1991 al gennaio 1993
  • Dalla Dynit, sulla testata Manga Cult, 3 volumi dal gennaio 1996 al dicembre 1997
  • Dalla D/Visual, 5 volumi (come l’edizione originale) con periodicità irregolare, dal luglio 2004 all’aprile 2005

Nell’ormai lontano 1973 abbiamo una prima apparizione cinematografica del personaggio nel film Crossover Mazinger Z Vs. Devilman.

Nel 1987 fu realizzato un primo OAV dal titolo Devilman la Genesis (Debiruman: Tanjou hen) arrivato anche in Italia nel 1993 ed uscito in Home Video ad opera dell’allora Dynamic Italia.

Nel 1990 viene realizzato un secondo OAV dal titolo Devilman L’arpia Silen (Debiruman: Kaichou shireinyu) anche questo arrivò in Italia nel 1993 ed uscì in Home Video ad opera sempre della Dynamic Italia.

Nel 2000 viene realizzato Amon: Devilman mokushiroku arrivato in Italia nel 2011 ed Uscito in DVD ad opera della Yamato Video.

Nel 2004 è uscito nelle sale un film live-action diretto da Hiroyuki Nasu con l’utilizzo della computer grafica (Debiruman, ossia Devilman). Esso rappresenta la seconda uscita cinematografica del personaggio e vorrebbe riproporre, con alcune varianti e citazioni nagaiane, la storia del manga, ma i tempi limitati ed i ritmi incalzanti di un film live-action pur creando un film di notevole fattura, non hanno fatto sì che il risultato fosse sufficiente brillante da permettere l’esportazione della pellicola negli stessi paesi dove il manga ha venduto e continua a vendere (Italia compresa) anche a distanza di anni.

Una storia, una manga ed un personaggio che hanno così profondamente segnato l’autore e la storia stessa dei manga non poteva non lasciare il segno ed è per questo motivo che per la ricorrenza dei suoi 40 anni di vita è stata decisa la realizzazione di questa statua in bronzo.

La statua è alta 36,5 cm e pesa ben 5,3 kg, e poggia su un piedistallo in noce, su cui è applicata una targa metallica con la firma di Go Nagai.

Il prezzo della statua è stato fissato a 147,000 yen. Questa pregiata riproduzione di Devilman sarà messa in vendita in Giappone a partire dal 27 giugno, ma sarà possibile anche acquistarla al Japan Expo che si terrà a Parigi dal 5 all’8 luglio prossimi.

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>