¤ [Speciale Live Action] Kriminal (1966)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di un film, il cui titolo è Kriminal. Il film è del 1966 ed è una produzione italiana che si ispira all’omonimo fumetto nero italiano, creato nell’agosto del 1964 da Max Bunker (al secolo Luciano Secchi, testi) e Magnus (al secolo Roberto Raviola, disegni).


La regia di questa trasposizione in live action è firmata da: Umberto Lenzi un regista, sceneggiatore e scrittore italiano. È considerato uno dei maestri del film poliziesco all’italiana. Ha infatti diretto titoli divenuti dei film di culto, come Milano odia: la polizia non può sparare, Roma a mano armata e Napoli violenta. Si è sempre dichiarato anarchico. Tra i suoi maestri, il regista ha sempre messo al primo posto Raoul Walsh e Samuel Fuller. Nel 2008 ha debuttato nella veste di scrittore di noir.

Il cast di Kriminal è così composto: Glenn Saxson nei panni di Kriminal, Susan Baker nel ruolo di Margie Swan, Esmeralda Ruspoli che interpreta Mrs. Gold, Helga Linè che impersona Inge e Trude, Andrea Bosic nei panni dell’Ispettore Milton.

La trama di questo lungometraggio non è poi così lontana dal fumetto a cui si ispira. Il bandito Kriminal evade dalla prigione di Londra pochi istanti prima di essere impiccato e si rifugia nella casa della sua ex moglie Margie. Costei, che attualmente è la segretaria di lady Gold, proprietaria di una compagnia di importazione ed esportazione di pietre preziose, gli confida che l’indomani sarà effettuata la spedizione in Turchia di una grossa quantità di diamanti. Deciso ad effettuare il colpo, Kriminal si reca all’aeroporto, ma scopre con disappunto che lady Gold si è servita per il trasporto dei preziosi di due gemelle. Kriminal riesce a strappare ad una delle due sorelle la borsetta, che risulta però vuota, mentre l’altra ragazza parte indisturbata alla volta di Istanbul. Il giorno dopo Kriminal apprende dai giornali che gli assicuratori hanno pagato a lady Gold un milione di sterline per il furto dei diamanti e sospetta che la donna, approfittando del colpo che egli ha fallito, abbia pensato di truffare gli assicuratori. Avvicinata lady Gold, Kriminal riesce a scoprire che in realtà i gioielli sono in possesso di Inge, la gemella alla quale i diamanti erano stati affidati e che si era eclissata subito dopo il tentato furto ai danni della sorella. Rintracciata Inge, Kriminal riesce ad impadronirsi dei gioielli, sbarazzandosi dei complici della donna. Inseguito dalla polizia, riesce a far perdere le sue tracce, smarrendo però durante la fuga il frutto del suo colpo.

Umberto Lenzi in questa pellicola decise di portare sullo schermo uno dei più famosi personaggi di Max Bunker, Kriminal, riuscendo a confezionare un ottimo giallo avventuroso, lievemente erotico, ma soprattutto ricco di tantissimi colpi di scena che susseguendosi di continuo, impediscono allo spettatore di annoiarsi.

Il film è un bellissimo giallo d’azione con gli insoliti titoli di testa fatti di illustrazioni disegnate da Magnus che si trasformano in scene vere e proprie. A questa pellicola seguirà l’anno seguente un secondo film dal titolo Il marchio di Kriminal di cui vi parleremo più dettagliatamente in un’apposita recensione.

La principale differenza col fumetto originale di Magnus e Bunker risiede nella caratterizzazione del protagonista: mentre nella versione cartacea Kriminal è un personaggio cinico e spietato, che uccide a sangue freddo ed è soggetto ad attacchi d’odio e sadismo quasi inauditi, nel film viene invece presentato come un aitante ladro gentiluomo. Altre differenze sostanziali sono sia nello stile che nei contenuti. Infatti, se è vero che il fumetto dovette subire svariati casi di censura in quanto conteneva linguaggio scurrile e scene erotiche fin troppo esplicite per l’epoca, nel film non è presente pressoché alcun richiamo di tale genere. Anche il caratteristico costume del personaggio si differenzia vistosamente dalla sua controparte a fumetti. Questa dissomiglianza, tuttavia, può essere giustificata da motivazioni tecnico-pratiche di realizzazione.

Artisticamente parlando, non è affatto difficile rendersi conto che Kriminal venne realizzato sulla falsa riga dei film di James Bond, che in quegli anni godevano di una popolarità incommensurabile. Diverse scene propongono evidenti citazioni alle avventure di 007 (ad esempio una scena in cui il protagonista veste un elegante smoking bianco al tavolo da gioco), e la stessa recitazione di Glenn Saxson fa palesemente il verso a quella del ben più famoso Sean Connery.

Il film, in tempi relativamente recenti, è uscito nel circuito Home Video italiano con un’edizione DVD che presenta una traccia video in 16:9 ed una traccia audio in italiano Mono ed italiano Dolby Digital 5.1 e sottotitoli. Sebbene l’edizione DVD del 2013 non sia introvabile è comunque rara e quindi chi volesse recuperarla dovrà necessariamente ripiegare sui vari shop online che la rete mette a disposizione visto che nei negozi tradizionali è difficile se non impossibile recuperare il titolo.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!


Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>