Il mondo di Yor

¤ [Speciale Live Action] Il mondo di Yor (1983)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action. Si tratta di una coproduzione tra Italia, Francia e Turchia realizzata nel 1983 ed il cui titolo è Il mondo di Yor.


Il film Il mondo di Yor è ispirato al fumetto Yor, il cacciatore (Henga, el cazador) di Juan Zanotto e Ray Collins, un fumetto avventuroso fantasy-fantascientifico argentino del 1974. La saga, ambientata “all’alba della civiltà, alla fine del Neolitico” (intorno al 4500 a.C.), è imperniata sul mistero delle origini del protagonista e del suo legame con la mitica Atlantide. Si tratta di una “fanta-preistoria” in cui convivono uomini primitivi, mostri preistorici e i sopravvissuti di una antica e avanzatissima civiltà aliena in via di estinzione.

La regia di Il mondo di Yor è di Antonio Margheriti (come Anthony M. Dawson). Considerato uno dei più affermati registi di film di genere italiani, durante la sua carriera ha affrontato quasi ogni genere: avventuroso, spaghetti-western, horror, cannibal movie, giallo, guerra e fantascienza, distinguendosi in particolare per quest’ultimo genere.

Il cast di Il mondo di Yor è così composto: Reb Brown, Corinne Clery, John Steiner, Carole André, Luciano Pigozzi nei panni di Pag, Ayshe Gul che interpreta Roa, Aytekin Akkaya, Marina Rocchi che impersona Tarita, Sergio Nicolai nel ruolo di Kay, Ludovico Della Jojo, Adrian Akdemir, Herent Akdemir, Ali Selgur, Zeynep Selgur, Henk Akin.

Yor corre intorno a delle torri di pietra in Cappadocia; in un villaggio vicino, Ka-laa, una donna delle caverne e il suo protettore più anziano Pag stanno andando a caccia. Vengono improvvisamente attaccati da uno Stego-Ceratopo. Yor appare all’improvviso e uccide il dinosauro con la sua ascia, bevendo quindi un po’ del suo sangue. Yor è bene accolto dal villaggio e insieme tagliano le carni scelte per il festeggiamento previsto.

Mentre Yor si trova lì, una banda di uomini delle caverne attacca il villaggio. Solo Yor e Pag riescono a fuggire. Yor giura immediatamente di riuscire a riavere Ka-laa. Yor e Pag seguono gli uomini blu delle caverne fino al loro rifugio, dove Yor abbatte un pipistrello gigante con il suo arco e frecce. Usando il pipistrello morto come un’ala volante per prendere d’assalto il covo, Yor inizia a inondare delle sezioni della grotta, ottenendo una diversione per facilitare la sua fuga con Ka-laa da un’uscita posteriore. L’inondazione uccide tutti all’interno della grotta, compresi gli altri abitanti rapiti del villaggio (prigionieri in gabbie), così come gli uomini blu delle caverne.

Kala e Pag decidono di seguire Yor nella sua avventura alla scoperta delle sue origini. Lungo la strada incontrano un misteriosa popolo delle sabbie guidato da Rea, una donna bionda con un amuleto simile a quello di Yor. Yor uccide tutti gli avversari ma risparmia Rea, decidendo che la donna potrebbe essere importante per il loro viaggio. Ka-laa, gelosa, cerca di uccidere la rivale Rea, ma sono entrambe improvvisamente attaccate dagli uomini blu delle caverne. Yor e Pag giungono in loro soccorso, ma un uomo delle caverne colpisce la donna bionda e lei muore tra le braccia di Yor.

Yor, Pag e Ka-laa fanno amicizia con un’altra tribù dopo avere salvato alcuni bambini da un dinosauro, ma tale tribù viene sterminata da dischi volanti che sparano laser. Yor e compagni usano una barca per giungere su un’isola circondata dalle tempeste. Qui Yor scopre che i suoi genitori provenivano da un piccolo gruppo di sopravvissuti all’olocausto nucleare, rivelando che il mondo di Yor è in realtà la Terra dopo la catastrofe atomica; le radiazioni causate da tale guerra paiono avere in qualche modo resuscitato i dinosauri. Un uomo malvagio chiamato Overlord ha assunto il controllo della tecnologia nucleare superstite con il suo esercito di androidi. Yor attacca Overlord e le sue forze, sconfiggendole con l’aiuto di Pag e Kaa-la. Yor si allontana in volo con una delle navette di Overlord, mentre nella base del malvagio si è innescata l’autodistruzione.

La trama si basa sui primi 10 capitoli della serie che, dopo la pubblicazione in Europa, aveva riscosso molto successo e favore del pubblico.

La versione cinematografica venne distribuita negli Stati Uniti da RCA Columbia con il titolo Yor the Hunter from the Future (in 1425 copie), riscuotendo – secondo il figlio del regista Edoardo Margheriti – un buon successo di pubblico ed entrando nei primi dieci film per incassi al botteghino. La miniserie in quattro episodi, per ragioni ignote, fu invece trasmessa in televisione dalla RAI solo alcuni anni dopo e in seconda serata.

« Ne “Il Mondo di Yor” c’è di tutto, mostri, battaglie, amore, astronavi, fucili laser, robot e uomini preistorici. Una contaminazione di generi all’ennesima potenza, proprio quello che Antonio amava, e di cui era specialista fin dalle prime opere. Sembrava un fumetto concepito proprio per il gusto e l’orientamento artistico di Antonio Margheriti, che infatti non se lo lasciò sfuggire. »

Il film si discosta non poco dall’originale soggetto di Ray Collins. Nel fumetto, Yor scopre di essere un membro degli Atlantidi, una popolazione umanoide abitante su Marte, sede di una civiltà avanzatissima. Gli viene rivelato che, prima di approdare in una colonia terrestre, l’astronave coi suoi genitori era precipitata, così era stato adottato da una tribù di primitivi. Dopo una serie di avventure, la civiltà di Marte verrà distrutta in un conflitto così come la colonia degli Atlantidi sulla Terra.

Nel fumetto è inoltre assente la battaglia finale di Yor contro l’Overlord (il “Supremo” appare brevemente in due vignette e solo in forma di immagine video).

Il film (in Italia spacciata per miniserie), visto l’insuccesso dovuto ad una mancata distribuzione sul grande schermo ed un’infelice programmazione tv, non ebbe mai modo d’arrivare nel circuito Home Video italiano rendendolo di fatto introvabile.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!


Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>