[Speciale Live Action] Dick Tracy (1945)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, ritroviamo una nostra vecchia conoscenza fumettistica, Dick Tracy che ritorna questa volta con un film del 1945 a riproporci le sue avventure.

Questo lungometraggio, di produzione americana e della durata di appena 61 minuti, viene firmato da William A. Berke che è stato un regista, produttore cinematografico e sceneggiatore statunitense che si alternava tra serie tv e film legando il suo nome a produzioni che forse non passeranno alla storia ma che, comunque hanno fatto la storia del cinema di quegli anni come ad esempio la figlia di Zorro, Train to Tombstone ed altri ancora.

La serie è interpretata da Morgan Conway nei panni di Dick Tracy, Anne Jeffreys nel ruolo di Tess Trueheart, Mike Mazurki che impersona Alexis ‘Splitface’ Banning, Jane Greer che interpreta Judith Owens, Lyle Latell nei panni di Pat Patton, Joseph Crehan nel ruolo di Chief Brandon, Mickey Kuhn che impersona Junior.

Come già avvenuto per le relative serie tv, anche per questo primo lungometraggio, la trama è molto vicina e fedele a quella del fumetto da cui è tratto. Dick Tracy si trova di fronte ad una serie di brutali omicidi in cui le vittime, tutte appartenenti a differenti ceti sociali, sono state fatte a pezzi. I sospettati abbondano, ma Tracy, il quale trova un indizio che restringe la cerchia ad una quindicina di indiziati, deve trovare la relazione tra le vittime prime che altre persone vengano uccise.

È il primo dei quattro film che danno vita alla miniserie cinematografica Dick Tracy’s Amazing Adventure che si conclude nel 1947, una saga che ottenne successo negli Stati Uniti e negli anni a seguire anche in Europa.

L’edizione italiana uscì nei cinema con il titolo originale Dick Tracy.

Tutta la serie dei quattro film, in Europa raramente è stata proposta sul piccolo schermo; in Italia, la prima trasmissione avvenne solo nel 1997, ma degli altri film parleremo a suo tempo ed in altra sede.

Come abbiamo già visto nelle precedenti produzioni legate a questo personaggio, il fumetto è opera di Chester Gould che è stato un fumettista statunitense. È noto per essere il creatore del famoso personaggio Dick Tracy, che scrisse e disegnò dal 1931 al 1977.

Un tratto distintivo di Gould erano i cattivi colorati e spesso mostruosi, con la deformità fisica che rappresentava simbolicamente i loro crimini e la loro dissolutezza morale.

Nell’ultimo periodo della vita di Gould le storie di Tracy divennero controverse in alcuni mercati. Tracy era considerato troppo di destra e la striscia in generale troppo adorante verso la polizia: alcuni sostenevano che Gould usava il fumetto per sostenere la sua personale visione politica, ad esempio per attaccare i diritti degli accusati. È difficile stabilire quanto il calo di consensi del fumetto sia stato causato da questa controversia, e quanto invece dalla naturale tendenza dei fumetti a perdere popolarità nel tempo e dalla tendenza storica che portava da trame lunghe e elaborate a storie autoconclusive.

Chester Gould si ritirò nel 1977, e Dick Tracy fu portato avanti da Rick Fletcher e Max Allan Collins.

Il lavoro di Chester Gould ha ispirato molti altri disegnatori, come Milton Caniff e Alex Raymond. Ricevette anche il Premio Reuben, uno dei riconoscimenti più importanti nel mondo del fumetto.

Per chi fosse interessato a questo film, dobbiamo dire che proprio tra qualche settimana la 01 Distribution farà uscire un elegante cofanetto DVD doppio disco che raccoglie le avventure dei primi tre lungometraggi di Dick Tracy. In questi tre film (Dick Tracy: detective; Dick Tracy e Gruesome; Dick Tracy contro Cueball) incontriamo tutti i personaggi che hanno contribuito alla nascita di un mito: l’impermeabile giallo più famoso della storia del cinema.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!


Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>