Buck Rogers

[Speciale Live Action] Capitan Rogers nel 25° Secolo (1979)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action di produzione Americana realizzata nel 1979 ed il cui titolo è Capitan Rogers nel 25° Secolo.


Costituisce l’episodio pilota della serie televisiva Buck Rogers, basata sull’omonimo personaggio, nato nel 1928 dalla penna di Philip Francis Nowlan sulla rivista pulp Amazing Stories e reso popolare nelle strisce a fumetti. Il film fu distribuito nelle sale statunitensi a partire dal 30 marzo 1979; grazie al buon successo commerciale, la serie televisiva fu trasmessa a partire da settembre dello stesso anno.

La regia di questa trasposizione in live action, è firmata da Daniel Haller, conosciuto per aver diretto anche: La morte dall’occhio di cristallo, Killico, il pilota nero, Le vergini di Dunwich, Noi due, Facce senza Dio, Le nuove avventure di Black Beauty e Manimal che, di sicuro, rappresenta uno dei titoli migliori realizzati dal regista.

Il cast di Capitan Rogers nel 25° Secolo è così composto: Henry Silva, Gil Gerard, Pamela Hensley, Erin Gray, Joseph Wiseman, Tim O’Connor, Felix Silla, Duke Butler, Caroline Smith, David Cadiente, Kevin Coates, John Carter, Eric Lawrence, Steve Jones, Kenny Endoso, Colleen Kelly, Larry Duran, Gil Serna.

Buck Rogers (Gil Gerard), un astronauta dato per disperso nello spazio, viene ritrovato in stato di animazione sospesa nell’anno 2500. Risvegliato e inizialmente ritenuto una spia, aiutera’ i suoi discendenti a battersi in un mondo sconvolto dalle radiazioni atomiche e dalla tirannia del perfido Drago. Lanciato nel 1987 in un solitario volo sperimentale a bordo di uno shuttle della Nasa, il capitano William “Buck” Rogers incappa in una sconosciuta perturbazione cosmica che ne provoca l’ibernazione ed altera la rotta della navetta, lanciandola in un’orbita eccentrica che la riaccosta alla Terra dopo 500 anni. Ed è nel 25° secolo che Buck viene raccolto da una colossale astronave, l’ammiraglia della flotta Draconiana che sta conducendo la principessa Ardala, figlia dell’imperatore Draco, conquistatore di mezza galassia, ad un incontro diplomatico con il Direttorato della Difesa Terrestre. Buck scopre che il pianeta è in rovina, e che l’umanità superstite vive barricata sotto cupole di energia per difendersi dai bruti che infestano i territori devastati, dai pirati spaziali e dalle mire imperialistiche dei Draconiani. L’affascinante colonnello Wilma Deering, capo della Difesa, lo accusa di spionaggio a favore della bella Ardala, ma Rogers invece sfrutta l’infatuazione della principessa nei suoi confronti per sabotare la flottiglia da guerra che gli infidi Draconiani si apprestano a lanciare contro la Terra. E quando Ardala è costretta alla fuga (ma ritornerà), Wilma si schiera a fianco di Buck.

Episodio pilota di un serial televisivo (2 stagioni per 33 puntate) con il quale il produttore Glen Larson tentò invano di recuperare gli investimenti profusi nella sua sfortunata serie dell’anno precedente (Battlestar Galactica). Molte ed evidenti le somiglianze, nelle scenografie e negli effetti speciali (mediocri), opera dello stesso staff tecnico che ha riciclato o replicato tutto quello che ha potuto: le acrobazie e le esplosioni nei duelli spaziali sono girate in fotocopia; le cloche di comando dei caccia, col loro triplice pulsante, sono identiche. Nato nel 1928 dalla penna di Philip Francis Nowlan nel romanzo “Armageddon 2419 A.D.”, Buck Rogers ha raggiunto la massima popolarità, assieme ai contemporanei Flash Gordon e Brick Bradford, nel mondo dei comics fantascientifici degli anni ’30, che opponevano regolarmente un saldo eroe americano ad avversari la cui origine extraterrestre a malapena celava paventati e assai più vicini pericoli, Mongoli Rossi o gialli sicari di Ming che fossero. E questo film Tv cerca la sua dimensione proponendosi come un movimentato fumetto fanta-avventuroso, ancorché privo di profondità nei personaggi e superficiale nei dialoghi. All’interno di questi limiti, un Buck Rogers guascone, conteso da due bellissime rivali, la maliarda draconiana Ardala e la splendida soldatessa Wilma, in un triangolo simile a quello Gordon-Dale-Aura, può risultare divertente.

Il film in questione è arrivato in Italia come primi due episodi dell’omonima serie tv e, pur avendo beneficiato di svariati passaggi televisivi sia nei circuiti nazionali, che in quelli privati, a tutt’oggi non ha è ancora uscito in edizione Home Video quindi, chi volesse recuperarlo, vederlo o rivederlo, deve sperare in qualche altro passaggio tv o cercare di reperirlo via web.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!


Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>