¤ [Speciale Live Action] Blondie (1957)

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di un serial tv composto da 26 episodi, il cui titolo è Blondie. Il serial del 1957 è tratto dal fumetto nato dalla fantasia di Chic Young.


La regia, a quattro mani, del serial venne affidata a Abby Berlin un prolifico regista di serie tv e cinema legato anche a produzioni importanti come Lassie tanto per fare un titolo. L’altro regista della serie è Paul Landres un regista e montatore statunitense anche lui molto prolifico ed ancora una volta un regista che ha legato il suo nome a diverse produzioni televisive e cinematografiche anche di una certa importanza tra cui possiamo citare: Il cavaliere solitario (altra produzione tratta dai fumetti ed arrivata anche in Italia), Il tesoro degli aztechi, Il vampiro, L’uomo della valle, Bonanza, Laramie e tanti altri che, ci fanno capire, d’essere in presenza di un professionista abile e capace.

Il cast di Blondie è così composto: Arthur Lake, Pamela Britton, Florenz Ames nei panni di J.C. Dithers, Ann Barnes che interpreta Cookie, Harold Peary nel ruolo di Herb Woodley, Stuffy Singer nel personaggio di Alexander, Elvia Allman nei panni di Cora Dithers, Lucien Littlefield che interpreta Mr. Beasley

Arrivati a questo punto delle nostre recensioni, solitamente diamo la trama e l’elenco degli episodi del serial. Questa settimana, però, faremo qualcosa di più, infatti, vi forniremo una breve trama per singolo episodio, che trovate qui di seguito.

Elenco e riassunto degli episodi:

1) Dagwood’s ego:

Blondie cerca di incoraggiare l’ego di Dagwood così che si possa imporre di più sul suo capo, Mr. Dithers.

2) Mr. Dithers is hospitalized:

Dagwood prende il posto del suo capo, Mr. Dithers, quando questi viene ricoverato in ospedale. Ma i suoi tentativi di supervisionare la costruzione di un supermarket sono ostacolati da un uccello e il suo nido con cinque uova in procinto di schiudersi.

3) Mr. Dithers moves in:

Il capo di Dagwood, Mr. Dithers, e sua moglie traslocano dai Bumsteads mentre la loro casa viene ritinteggiata. La Signora Dithers avrebbe preferito un viaggio in Florida così Cookie e Alexander iniziano ad infastidire Mr. Dithers per far sì che si decida ad accontentare la moglie.

4) The other woman:

Uno dei ragazzi del quartiere vede Dagwood pranzare con un’altra donna e Blondie è sicura si tratti della nuova graziosa bibliotecaria.

5) Home sweet home:

Dagwood prende Blondie in parola quando lei per scherzo gli dice di voler vendere la casa in quanto lui non sembra capace di tenerla in buono stato.

6) Get that gun:

Mr. Dithers manda Dagwood ad acquistare una pistola di valore per la sua personale collezione. Erroneamente Blondie pensa che Dagwood voglia la pistola per se` e prova a comprargliela per il suo compleanno.

7) Husband once removed:

Quando Dagwood perde la licenza di matrimonio, Blondie scopre che non può ottenerne un duplicato a causa di un incendio nei registri cittadini. Convinta che lei e Dagwood non sono così legalmente sposati, Blondie fa traslocare Dagwood e le sue cose in soffitta.

8) The quiz show:

Dagwood prova a elevare la sua reputazione al pari di quella dei genitori degli amici di Alexander. Decide così di andare ad un quiz in tv in qualità di “calcolatore umano”.

9) The payoff money:

Blondie e la Signora Woodley lasciano alcuni pacchetti in un armadietto di sicurezza mentre continuano il loro shopping. Quando rientrano a casa Blondie scopre che qualcuno ha scambiato i pacchetti: invece di una libbra di fegato, lei trova 50 mila dollari. Poco più tardi una coppia di malviventi sbucano fuori nel tentativo di recuperare il bottino.

10) Hard luck idol:

Dagwood e Blondie ricevono in regalo un idolo orientale che ha la fama di portare sfortuna a chi lo possiede. Naturalmente Dagwood e Blondie non sono superstiziosi, cosicché` non se ne preoccupano, ma coincidenza vuole che una serie di strani incidenti cominciano a rovinare la tranquillità della famiglia Bumstead.

11) Oil for the lamps of blondie:

Per l’anniversario dei Bumstead, il capo di Dagwood, Mr. Dithers, regala loro una strana lampada che decidono di restituire al negozio. Quando Mr. Dithers e la moglie si invitano a cena, Blondie e Dagwood fanno di tutto per ricomprare la lampada.

12) Blondie the breadwinner:

Poiché Mr. Dithers gli rifiuta un aumento, Dagwood decide di andarsene. Blondie cerca di parlare con Dithers affinché riassuma Dagwood, ma Dithers, impressionato dalla sua capacità di persuasione, assume lei stessa.

13) The glamor girl:

Dagwood si trova in una situazione graziosa quando un’attrice di Hollywood fa una visita in città e il suo agente pubblicitario dichiara che Dagwood fu il suo primo fidanzato ai tempi della scuola.

14) The rummage sale:

Quando Mr. Dithers scopre un armadio pieno di lampade, vestiti e altre cose, egli crede per errore che sua moglie sia diventata una cleptomane.

15) Deception:

Nel tentativo di impressionare un importante cliente donna, Mr. Dithers le manda le foto di tutti i membri del suo staff. Per errore però, a foto di Dagwood viene etichettata come presidente della ditta.

16) Puppy love:

Quando Alexander si invaghisce di una graziosa compagna di classe, Dagwood decide di aiutarlo tentando di impressionare la famiglia della ragazza.

17) Made to fire:

Le complicazione nella vita dei Bumsteads arrivano quando Blondie decide di trovarsi un lavoro per guadagnare abbastanza da comprare una nuova lavatrice. Assume una domestica per occuparsi della casa, ma i suoi modi sospetti fanno credere ai Bumsteads che si tratti in realtà di una ladra di gioielli.

18) Blondie redecorates:

Dagwood punta i piedi a terra e dice a Blondie che il loro salotto e` troppo femminile e andrebbe cambiato. Blondie, servizievole, chiama un arredatore di interni per cambiare il look all’intera casa.

19) Blondie’s double:

Il capo di Dagwwod nota una cantante in un nightclub che assomiglia moltissimo a Blondie. Dagwood allora pensa che si tratti proprio di Blondie, che sguscia fuori di casa la notte alle sue spalle.

20) The spy:

Dagwood viene scambiato per una spia internazionale che usa il proprio cappello per nascondere un microfilm segreto. Si ritrova così pedinato da un’attraente agente anti spionaggio in gonnella che vuole recuperare il film.

21) Cupid’s question column:

Blondie e Dagwood discutono per il costo elevato di un nuovo cappello per Blondie. Quando un amico offre a Blondie la possibilità di gestire per una settimana la pagina degli annunci d’amore del settimanale locale, lei accetta volentieri, pensando già ad un modo per riappacificarsi con Dagwood.

22) The tramp:

Per ricambiare la gentilezza dimostratagli dal Blondie, un vagabondo decide di aiutare Dagwood a rifarsi con il suo capo. Mr. Dithers si rifiuta di dare a Dagwood un ruolo più importante nella sua azienda, così il vagabondo si presenta come un ricco industriale che vuole che Dagwood lasci Dithers per andare a lavorare da lui.

23) The grouch:

Mr. Dithers, vendendo Blondie entrare in una gioielleria e in un negozio d’abbigliamento costosi, crede erroneamente che Dagwood abbia rubato dei soldi dai fondi dell’azienda.

24) Alexander’s 16th birthday:

Il sedicesimo compleanno di Alexander è una grande occasione per i Bumsteads e i loro vicini, gli Woodleys. Ma Alexander rifiuta la loro offerta di intrattenersi alla sua festa.

25) Howdy neighbor:

Dagwood e Blondie sono sbalorditi: i loro nuovi vicini, appena arrivati dal Texas, sono convinti che nella proprietà dei Bumsteads ci sia il petrolio.

26) The feud:

Dagwood e Herb Woodley hanno un’accesa discussione mentre discutono di cose del mondo. Così scoprono che ognuno è in possesso da molto tempo di alcuni oggetti appartenenti all’altro. Blondie e la Signora Woodley fanno del loro meglio per tenere lontani i propri mariti scesi sul piede di guerra.

Il serial, durato un anno, racconta le piacevoli vicende familiari riportate nelle strisce a fumetti di Blondie.

In Italia il fumetto di Blondie è conosciuto come Blondie e Dagoberto. Come accenavamo in apertura, il fumetto è nato dalla penna di Chic Young, distribuito dalla King Features Syndicate, e pubblicato a partire dall’8 settembre 1930.

Chic Young continuò per tutta la vita a disegnare gli episodi della bella Blondie e del marito Dagoberto (Dagwood in inglese) e quando morì, nel 1973, il controllo creativo passò al figlio Dean Young, che continuò a scrivere il fumetto. Molti artisti si succedettero nella realizzazione di Blondie: Jim Raymond, Mike Gersher, Stan Drake, Denis Lebrun e John Marshall. Malgrado i cambiamenti le storie di Blondie sono rimaste popolari, apparendo in più di 2000 giornali in 47 paesi e venendo tradotti in 35 lingue.

In Italia le strisce giornaliere furono pubblicate durante gli anni ’70 dal quotidiano romano Paese Sera, che tentò l’importazione in Italia della pagina dei fumetti tipica dei giornali statunitensi.

Dal fumetto è nata, oltre la qui presente ed omonima serie cinematografica, anche una serie radiofonica statunitense trasmessa dal 1939 al 1950.

Nel 1995 la strip fu una delle venti incluse nella serie commemorativa di francobolli statunitensi Comic Strip Classics.

Sebbene il fumetto sia arrivato anche in Italia, non possiamo dire la stessa cosa di questo serial del 1957. Proprio per questo motivo non è ancora disponibile un’edizione home video italiana della serie quindi, chiunque fosse interessato ad averne una, o semplicemente volesse vederla, dovrà necessariamente ripiegare sulle solite risorse che la rete mette a disposizione.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>