Home Animazione Blu Ray ¤ Blade 2 (2002)

¤ [Speciale Live Action] Blade 2 (2002)

42
0
Blade 2

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action. Si tratta di una produzione italiana realizzata nel 2002 ed il cui titolo è Blade 2.


Blade II è un film del 2002 diretto da Guillermo del Toro. Il film è ispirato all’omonimo personaggio dei fumetti della Marvel Comics, Blade, e sequel del fortunato primo episodio del 1998. Sebbene fosse un prodotto di ispirazione Marvel, Blade, Blade II e X-Men sono gli unici film a non riportarne il logo all’inizio della pellicola. Il logo della Marvel sarà introdotto, nella saga di Blade, solo in Blade: Trinity..

Il cast della pellicola è composto da: Wesley Snipes, Kris Kristofferson, Leonor Varela, Ron Perlman, Luke Goss, Thomas Kretschmann, Donnie Yen, Santiago Segura.

Praga. Un uomo di nome Jared Nomak si reca in una banca del sangue per vendere il proprio sangue, ma viene portato in una stanza in cui si ritrova circondato da vampiri. Invece di esserne vittima, reagisce con violenza massacrandoli e cibandosene.

     

Nel frattempo Blade va alla ricerca del suo mentore Abraham Whistler, trasformato in vampiro e tenuto prigioniero dai suoi simili. Una volta salvato il vecchio, i due ritornano nel nascondiglio dove ad attenderli c’è un nuovo componente della squadra, Scud, esperto in armi e tecnologia. I tre ricevono la visita inaspettata di diversi vampiri (tra cui Nyssa, figlia dell’anziano Damaskinos). Blade affronta Nyssa e la vampira riesce a tenergli testa nel combattimento con la spada. Dopo questo scontro i vampiri propongono un’alleanza a Blade che, dopo un’iniziale perplessità, si reca con i due amici nella residenza dei vampiri dove viene informato del pericolo rappresentato da Nomak, membro di una nuova razza di vampiro chiamata Mietitore, mutata da un virus anomalo e che si nutre sia di vampiri che di umani. Qui fa la conoscenza di Damaskinos in persona e Kounen (consulente dei vampiri).

Damaskinos propone una collaborazione con Blade per distruggere Nomak (che nel frattempo continua a mietere vittime, le quali si trasformano in vampiri della sua razza dopo essere state morse), anche con l’ausilio di un team apposito (l’Emobranco) creato inizialmente per sconfiggere lo stesso Blade. Del gruppo fanno anche parte Nyssa e Reinhardt, quest’ultimo non entusiasta dell’alleanza col diurno.

Il primo luogo da perlustrare è una discoteca piena di vampiri, dove avviene uno scontro con i seguaci di Nomak. Blade e compagni hanno la meglio, nonostante la perdita di un membro (Priest) e il ferimento di Lighthammer. Il gruppo cattura un mutante moribondo per analizzarne i punti deboli; dall’autopsia emerge che ha una bocca enorme dotata di aculei paralizzanti, resiste ad aglio, argento, all’anticoagulante EDTA, ma non alla luce e raggi UVA, e ha dell’osso protettivo intorno a metà del cuore che rende molto difficile trapassarlo con un’arma da taglio. Durante questa prima missione, Blade si insospettisce poiché vede Nomak risparmiare Nyssa e inoltre il mutante cerca di convincere il diurno stesso di non essere suo nemico.

L’Emobranco prosegue con la caccia e si avvia verso le fogne, dove si divide in ulteriori tre gruppi: Blade, Nyssa e Asad; Reinhardt, Chupa e Whistler; Lighthammer, Verlaine e Snowman. Il terzo gruppo incontra subito la morte: Lighthammer, apparentemente guarito dal primo scontro, diventa mutante, ammazza Snowman e muore insieme a Verlaine davanti ai raggi solari. Reinhardt e Chupa invece aggrediscono Whistler per vendicare il loro compagno, ma l’uomo riesce a salvarsi grazie all’arrivo dei mutanti che divorano Chupa. Nel frattempo Blade attiva la bomba a raggi UVA e fa una strage di mutanti; dopo l’esplosione, Whistler viene trovato da Nomak che, però, non ha intenzione di ucciderlo, infatti gli rivela alcuni segreti da raccontare a Blade. Tuttavia il successo della battaglia viene interrotto dall’intervento di soldati dei vampiri che catturano Blade, Whistler e Scud, e credono Nomak morto insieme ai suoi simili.

Al quartier generale dei vampiri, Blade viene a conoscenza di alcune verità nascoste: Nomak è figlio di Damaskinos (così come Nyssa) e la sua mutazione non è casuale, ma voluta dallo stesso anziano che aveva intenzione di creare una nuova specie di vampiro più forte e resistente, fallendo in tale tentativo; inoltre Scud è un socio dei vampiri e ha fatto il doppio gioco per tutto il tempo (Blade tuttavia si era reso conto dell’inganno fin dall’inizio e aveva taciuto solo per poter usare il talento di Scud a suo vantaggio, giunto a questo punto lo uccide tramite una microbomba). Ora l’unico obiettivo rimasto è prelevare tutto il sangue di Blade e cercare di creare un siero per rendere diurni tutti i vampiri. Blade viene così lasciato esanime e dissanguato in una stanza mentre Nomak fa irruzione nella base per vendicarsi di chi lo ha usato come cavia e farsi giustizia da solo. Nyssa, sconvolta per aver scoperto la verità su Nomak e sulle menzogne del padre, è disgustata da quanto è avvenuto poiché il padre non si è fatto problemi a mentire, usare e anche sacrificare i suoi stessi figli pur di raggiungere i propri scopi, tra cui catturare Blade, mentre quest’ultimo, pur essendo loro nemico giurato, l’ha salvata due volte dimostrandosi un uomo d’onore. Intanto Whistler si libera e getta Blade in una vasca di sangue per farlo riprendere; il diurno torna in forze e annienta la squadra di sicurezza, incluso Reinhardt. Nyssa e Damaskinos invece vengono inseguiti da Nomak per tutto il palazzo, fino ad arrivare ad un salone dove Nyssa, stanca delle false promesse del padre, decide di bloccarlo e farsi ammazzare insieme a lui da Nomak. Damaskinos finge di chiedere perdono a Nomak, ma il mutante non cede alle bugie del padre e lo uccide senza pietà; successivamente azzanna anche Nyssa, ma viene fermato da Blade. Nel violento duello finale il diurno ha la meglio e conficca la lama della sua spada nella metà del cuore di Nomak senza la protezione ossea. Nyssa, a terra e con ancora pochi minuti da vivere, chiede a Blade come ultimo desiderio di vedere l’alba. Blade acconsente e concede quest’ultimo desiderio a Nyssa che si sbriciola al sorgere del sole.

Terminata la missione, Blade mantiene la promessa fatta all’inizio del film a un vampiro, che aveva risparmiato temporaneamente in cambio di informazioni, e lo uccide in un nightclub.

Blade II’ assume i connotati dell’impresa autarchica. E rispetto al prodotto di tendenza che ci si poteva aspettare, magari con rassicuranti concessioni all’estetica Playstation, il film si trasforma in un horror d’azione dalle atmosfere misteriose. Blade questa volta è costretto ad allearsi con i vampiri per combattere una nuova razza di mostri, uccisori di umani e non-morti senza distinzioni. Dietro l’invasione, la volontà di una creatura che ha molti conti in sospeso con i nipotini di Dracula. Teso, ottimamente coreografato nei combattimenti, ‘Blade II’ rappresenta un bello squarcio di cinema notturno nel panorama sempre più omologato dell’action movie hollywoodiano.

Come tutti ben sanno, il film è arrivato anche in Italia e visto l’alto gradimento del pubblico (non solo italiano), non ha faticato ad approdare nel circuito Home Video con un’edizione in DVD uscita nel 2003 ed ancora oggi facilmente reperibile e, in tempi più recenti, con un’edizione Blu Ray uscita nel 2012 ed anch’essa ancora facilmente reperibile.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui