Home Animazione Blu Ray ¤ Bichunmoo – L’arte del segreto celeste (2000)

¤ [Speciale Live Action] Bichunmoo – L’arte del segreto celeste (2000)

56
0
Bichunmoo – L’arte del segreto celeste

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action. Si tratta di una produzione coreana realizzata nel 2000 ed il cui titolo è Bichunmoo – L’arte del segreto celeste.


Bichunmoo – L’arte del segreto celeste è un film del 2000 diretto da Young-jun Kim. La pellicola prende ispirazione dall’omonima serie a fumetti di Kim Hye-rin.

Il cast della pellicola è composto da: Hyeon-jun Shin, Hee-seon Kim, Jin-yeong Jeong, Dong-jik Jang, Yu-jeong Choi, Ju-bong Gi, Bang Hyep, Hak-cheol Kim, Ju-yeon Kim, Su-ro Kim, Han-garl Lee, Hyeon-kyeong Ryu, Tae-hwa Seo.

Nella Cina del 14°secolo, ancora sotto il dominio della dinastia mongola Yuan, tre potenti clan sono in lotta per la conquista del potere. Jinha è un ragazzo di umili natali, che si dedica al perfezionamente di una potente arte marziale segreta sotto la supervisione dello zio. Jinha è innamorato di Sullie, figlia di un temuto generale mongolo che conosce sin da quando erano entrambi molto piccoli. Dopo la morte della madre di Sullie, il padre porta via con sè la ragazza e la obbliga a sposarsi con un aristocratico. Nel frattempo, Jinha viene a conoscenza della vera storia della sua famiglia e delle sue origini. Ora che è diventato padrone dei Segreti di Bichun, sono in molti a volerlo morto…comprese le famiglie coinvolte nel matrimonio di Sullie.

     

Kim Young-jun dirige con abilità questo film di produzione cinocoreana che ha dalla sua una bella serie di combattimenti ed una buona messa in scena. Il fantasy si mescola all’avventura in modo decente, senza esagerazioni o inutili voli pindarici della sceneggiatura. Gli attori fanno il loro lavoro con mestiere, la fotografia è dignitosa e nel complesso il film diverte e non lascia totalmente indifferenti.. Molto belle le battaglie di metà film, dove il sangue e la polvere non mancano e dove le coreografie la fanno da padrone. Come al solito in questo genere di film il melò si intreccia con l’action e il ritmo si alza ogni venti minuti – a volte anche troppo – in modo che l ‘attenzione dello spettatore resti elevata. Certo non siamo di fronte ad un capolavoro, la storia a dei buchi ed a volte dei passaggi di sceneggiatura sono tirati via e non abbastanza approfonditi – insomma Tsui Hark è lontano… -, ma nel complesso il film è dignitosamente concluso e girato. Per gli amanti una pellicola da vedere.

Il film di Kim Young-jun conferma la voglia (ma anche le difficoltà) dell’industria cinematografica sudcoreana di misurarsi con il genere di cappa e spada: basterebbe pensare ai vari Musa – The Warrior di Kim Sung-soo (certamente il migliore), La leggenda del lago maledetto di Lee Kwang-Hoon e Sword in the Moon di Kim Eui-seok, per rendersi conto dei risultati non proprio ottimali, soprattutto se paragonati all’altissimo livello raggiunto dal cinema sudcoreano negli ultimi dieci anni.

La pellicola è arrivata anche in Italia con ben due distinte edizioni Home Video. La Regular Edition di Bichunmoo (dvd singolo) offre un pacchetto di extra non particolarmente ampio, ma sicuramente più che accettabile per un’edizione base: oltre a due sezioni dedicate alle anticipazioni (Anteprime film cinematografici e Shin Vision Trailers), troviamo l’immancabile Trailer originale sottotitolato, un Video musicale di circa cinque minuti e soprattutto un filmato di circa dieci minuti dal titolo assai trasparente: Effetti speciali. Una sorta di video-clip sulle varie fasi della realizzazione di alcune sequenze del film: dalle riprese nel teatro di posa, fino al risultato definitivo della pellicola, non più scarna e spoglia ma coloratissima e trasformata dagli effetti speciali, non sempre supportati da una regia all’altezza. Una scelta alternativa rispetto al classico filmato accompagnato da interviste ai vari tecnici. Abbastanza interessante, anche se il commento musicale potrebbe risultare indigesto.

Buona la resa di audio e video. Nonostante un buon doppiaggio (audio italiano in Dolby Digital EX), è preferibile optare per la visione dell’originale coreano (audio in Dolby Sorround 2.0), corredato da puntuali sottotitoli. Bichunmoo – L’arte del segreto celeste è disponibile in tre versioni: la Regular Edition da 14.90 euro, la DTS Edition da 24.90 euro e la Collector’s Edition da 34.90 euro.

Purtroppo il fallimento della Shin Vision (il distributore italiano della pellicola), ha reso di difficile (se non impossibile) reperibilità una qualsiasi delle due edizioni di Bichunmoo – L’arte del segreto celeste.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui