Speciale I Vari Volti Di Lara Croft (3° Parte)

Terzo appuntamento con il nostro speciale i volti di Lara Croft. Nelle scorse settimane abbiamo presentato Alison Carroll e Karima Adebibe le ultime due (in ordine di tempo) incarnazioni dell’eroina video ludica più sexy del mondo.

Quest’oggi parleremo di Jill De Jong che è stata chiamata ad incarnare Lara Croft per Tomb Raider: The Angel of Darkness sesto capitolo della saga.

Sebbene ancora oggi non sia ancora chiaro il come, Lara sopravvive all’incidente in Egitto e nel 2003 si reca a Parigi dove riluttante accetta un appuntamento da parte di Von Croy, che disperato la supplica di raggiungerlo. Tra i due avviene un’accesa discussione e subito dopo, nella confusione si sente un colpo di pistola. Lara si accorge che il suo ex mentore giace al suolo in un lago di sangue e subito dopo riecheggia l’altoparlante di un elicottero che la invita a uscire allo scoperto.

Lara, braccata dalle autorità francesi, è costretta a fuggire, e sulle istruzioni lasciategli da Von Croy prima della sua morte si reca da un’amica dell’uomo, Margot Carvier, curatrice del Museo del Louvre che, nonostante la sua diffidenza nei confronti di Lara, le dà il diario di Von Croy su istruzione di quest’ultimo stesso, che le aveva lasciato questo compito nel caso gli fosse accaduto qualcosa.

Leggendo il diario Lara apprende di un complotto di natura esoterica da parte di una misteriosa setta di alchimisti, l’ordine dei Cabal, che attraverso dei dipinti mistici, i dipinti Obscura, intendono far risorgere i nephilim, creature per metà umane e per metà angeliche, ma in questo caso malvagie.

Costretta a mantenere un basso profilo in quanto è ricercata dalla polizia, Lara si aggira per i ghetti parigini in cerca di informazioni. Si imbatte nel mafioso Louis Bouchard che gli spiega di un susseguirsi di strani avvenimenti che negli ultimi tempi hanno portato alla morte di diverse persone. A Lara non rimane che recarsi al Louvre e attingere informazioni dagli studi di madame Carvier, anch’essa morta di recente in circostanze misteriose.

Viene a conoscenza dell’esecuzione di alcuni scavi archeologici che si svolgono in prossimità del museo, che sembrano avere un nesso con le tavole, e si reca sul posto. Rinviene da questi scavi uno dei dipinti e seguendo alcuni indizi si dirige a Praga.

Qui Lara conosce il misterioso Kurtis Trent, membro della setta Lux Veritatis, nemici giurati dell’ordine dei Cabal, e, a seguire, diversi membri di quest’ultima che cercano di ostacolare i due. Tuttavia alla fine, onde porre un fine alle loro azioni, non le resta che eliminare il loro leader, Pieter Van Eckhardt. Dopo un duro scontro con questi, Eckhardt viene definitivamente eliminato da Joachim Karel, suo braccio destro. Karel inizia una conversazione con Lara, rivelando la sua vera natura: egli è l’ultimo superstite della razza dei Nephilim ed è stato lui stesso ad uccidere Werner, sotto le sembianze di Eckhardt, controllandolo segretamente per far rivivere la propria razza. Karel, infine, propone a Lara di far parte del suo progetto, la quale rifiuta prontamente per poi iniziare una dura battaglia con il Nephilim. Lara esce vincitrice dallo scontro e riesce anche ad eliminare il Dormiente, il Nephilim che il Cabal voleva far tornare in vita.

Dopo essere riuscita in questa impresa, Lara torna indietro a controllare lo stato di Kurtis, impegnato nella lotta contro il mostro Boaz, ma rinviene solamente il Chirugai, la sua speciale arma, in una pozza di sangue. Raccogliendolo, lo strano congegno si attiva, e Lara si incammina verso la zona che indica.

Ci sarebbe altro da dire ma preferiamo fermarci qui e dare voce e spazio alla corposa gallery fotografica, rinviando ogni altro argomento alla prossima puntata del nostro speciale, ed invitandovi a continuare a seguirci.

Stay Tuned!!!!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>