Trilli e la creatura leggendaria

Recensione Trilli e la creatura leggendaria

Trilli e la creatura leggendaria (Tinker Bell and the Legend of the NeverBeast) è un film d’animazione prodotto dalla DisneyToon Studios nel 2015. È un sequel del film Trilli ed anche il sesto dei sei film d’animazione con personaggio principale Trilli.


Il cast vocale originale del film è composto da: Mae Whitman, Ginnifer Goodwin, Rosario Dawson, Lucy Liu, Raven-Symoné, Megan Hilty, Pamela Adlon, Danai Gurira, Chloe Bennet, Anjelica Huston, Thomas Lennon, Jeff Corwin, Olivia Holt, Grey Griffin, Kari Wahlgren.

Il cast vocale italiano della pellicola è composto da: Joy Saltarelli, Domitilla D’Amico, Chiara Gioncardi, Federica De Bortoli, Tatiana Dessi, Perla Liberatori, Laura Cosenza, Moira Angelastri, Ughetta D’Onorascenzo, Antonella Giannini, Emiliano Coltorti, Dodo Versino, Irene Trotta, Francesca Fiorentini, Mattea Serpelloni.

Daina, la divertente e talentuosa fata degli animali, crede che non si possa giudicare un libro dalla sua copertina, o un animale dalle sue zanne, così fa amicizia con Gruff, un’enorme e misteriosa creatura. Mentre Trilli e le sue amiche non sono così sicure del nuovo spaventoso arrivo alla Radura Incantata, le elitarie fate guardiane si preparano a catturare il mostro prima che distrugga la loro casa. Daina dovrà confidare nel proprio cuore e compiere un atto di fiducia se desidererà convincere le amiche a salvare la creatura leggendaria.

     

Il sesto film porta Trilli e altre fatine, in un’epica avventura piena di suspense e di emozioni. La divertente e talentuosa fata degli animali Daina crede fermamente che non si possa giudicare un libro dalla copertina, né un animale dalle zanne e stringe amicizia con un’enorme creatura misteriosa nota come La Creatura Leggendaria. Mentre Trilli e i suoi amici non sono molto convinti di questo nuovo arrivo, la squadra delle Fate Guardiane si prepara alla cattura del mostro prima che distrugga la Radura Incantata. Daina dovrà quindi fidarsi del proprio cuore e con l’aiuto di Trilli e delle altre fatine salverà La Creatura Leggendaria.

La qualità video del film è davvero sorprendente e il messaggio dell’accettazione dell’altro e dell’importanza dell’amicizia la fa da padrone. Il film in dvd si presenta con un disco a doppio strato ed il doppiaggio è ottimo. In sostanza, è un prodotto di animazione semplice e ben curato. Infatti, l’impatto estetico-visivo, dovuto alle nuance cromatiche, è spettacolare per corposità e freschezza dei colori, per i contrasti ben calibrati e i dettagli strepitosi, come i particolari dei costumi delle fatine, delle loro ali, della polvere magica e della mitica creatura leggendaria, tant’è che vi sembrerà persino di vederla viva e vegeta e persino e pronta a sgusciare fuori dallo schermo!

E mentre le scene di azione movimenteranno la storia, i colori risplenderanno, e Trilli e le Disney Fairies vi catapulteranno in un’epica avventura piena di trepidazione, non potrete fare a meno di restare catturati dalla spettacolare visione, ricca di sequenze altamente scenografiche e condite dall’immancabile affabilità delle fatine, tant’è che alla fine, ne resterete assolutamente conquistati, sia per il racconto picaresco ed emorragico, che per la commozione e la tenerezza che ne scaturiranno.

Da segnalare la colonna sonora del sesto film che è caratterizzata dalla canzone portante 1000 Years eseguita in originale da Bleu e KT Tunstall mentre nell’edizione italiana da Valerio Scanu e Gabriella Scalise, con il titolo In Mille Anni.

Tirando le somme la versione Home Video in Alta Definizione (quella che abbiamo utilizzato per questa recensione) si rivela essere un buon Blu-ray con un’ottima risoluzione video ed un’eccellente qualità audio quindi e, senza ombra di dubbio, un ottimo titolo da prendere senza pensarci due volte. Se proprio vogliamo trovarli una pecca, la troviamo proprio nel menù di navigazione che, purtroppo, rende la visualizzazione degli extra un po’ fastidiosa e faticosa ma, per esperienza, sappiamo che alla fine è un dettaglio trascurabile, infatti, la giovane platea a cui è rivolta l’edizione difficilmente si concentra sugli extra.

Scheda Film

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>