New Female Convict 701: Scorpion

¤ Recensione New Female Convict 701: Scorpion

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action. Si tratta di una produzione Giapponese realizzata nel 1976 ed il cui titolo è New Female Convict 701: Scorpion.


Come dicevamo pocanzi, New Female Convict 701: Scorpion è un film del 1976, diretto dall’inesperto Yutaka Kohira (che abbandonerà il cinema l’anno stesso!) la regia di questo Shin joshû Sasori: 701-gô, vero e proprio reboot di Sasori sebbene questo nome non venga mai usato. A tre anni dall’addio di Meiko Kaji, un’altra attrice raccoglie l’eredità di Nami Matsushima, la Sasori (“scorpione”) tratta dai manga di Tooru Shinohara.

Il Cast della pellicola è composto da: Yumi Takigawa, Yûsuke Natsu, Yoko Konno, Ichirô Nakatani, Mitsuyo Asaka, Ryôko Ema.

Ancora una volta ci concentriamo su Nami Matsushima. Questa volta ha una sorella che scompare e dopo essere stata troppo coinvolta nel fare qualcosa al riguardo, la nostra innocente eroina viene condannata a quindici anni per un omicidio che non ha commesso. Viene mandata in una prigione per sole donne dove non è esattamente la benvenuta. I suoi compagni detenuti torturano, umiliano e cercano di ucciderla; ma lo Scorpione prevale abbastanza a lungo per ottenere un po’ di giustizia.

L’unica particolarità interessante di questo film, che a parte essere una brutta copia del primo titolo di Sasori non ha altri meriti, è la dichiarata ed aspra critica al mondo politico.

Miura racconta all’allibita Nami che i ministri sono in pratica dei vecchi satiri che usano il proprio potere semplicemente per farsi ogni donna che possono: ci sono ministri che ogni giorno… fottono qualcuno!

È facile immaginare che questi discorsi esulino dal discorso sessuale passando ad una forte critica del sistema politico dell’epoca… molto simile a quello di ogni epoca e nazione! Ogni cittadino, ogni giorno, si sente un po’ fottuto dal ministro di turno…

     

Visivamente Yutaka Kohira crea una storia da incubo che rivaleggia con i titoli precedenti della serie. Le sequenze dei sogni nel film sono molto eleganti e sembrano le sequenze dei sogni di Salvador Dalí che ha creato per il film di Alfred Hitchcock Io ti salverò. Altri momenti visivamente straordinari sono la scena stilizzata del tribunale e la scena dello stupro di Nami che sembra essere al rallentatore.

La storia presenta stupri, torture, ricatti, omicidi e una rivolta totale in prigione per completare le cose. Come dicevamo pocanzi, la trama del film ricorda da vicino il primo film del Franchise che ha come protagonista femminile Meiko Kaji ed arriva fino a un fidanzato che tradisce Nami mandandola in prigione.

Nonostante il riciclaggio delle idee della storia e l’imitazione del ritratto di Female Prisoner # 701 di Meiko Kaji, questo nuovo capitolo cinematografico della serie merita il suo posto proprio accanto ai quattro film precedenti. In definitiva New Female Prisoner Scorpion: # 701 è una gemma, seppur non perfetta, che va comunque scoperta e rivalutata da una critica che, forse, è stata un po’ troppo affrettata.

Non c’è davvero bisogno di rifare gli altri film di questa serie, ma questo non toglie nulla a questo. Mi è davvero piaciuto una volta che è andato avanti e mi è piaciuta la colonna sonora e le scene dove Scorpion diventa la forza vendicativa quasi soprannaturale che già aveva avuto modo di scoprire nel terzo film della saga originale.

Nonostante il manga e la relativa pellicola cinematografica abbiano spopolato in Giappone, al punto da creare una vera e propria saga cinematografica, questa pellicola, nel momento in cui scriviamo, non è stata ancora acquistata da nessun editore italiano, il che ne ha precluso l’uscita in home video. Chi fosse interessato a vere e/o recuperare la pellicola dovrà, necessariamente, ripiegate sul mercato estero o, una qualche edizione fansubata in italiano.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

New Female Convict 701: Scorpion

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>