The Great Yokai War

¤ Recensione Cromartie The Great Yokai War

Questa settimana, per il nostro consueto appuntamento dedicato ai live action tratti da fumetti ed animazione, vi parleremo di una trasposizione in live action. Si tratta di una produzione Giapponese realizzata nel 2005 ed il cui titolo è Cromartie The Great Yokai War.


Come dicevamo pocanzi, The Great Yokai War è un film del 2005, diretto da Takashi Miike. Il film è uscito in Giappone il 6 agosto 2005 ed è stato presentato fuori concorso al Festival del cinema di Venezia il 5 settembre 2005.

Il cast della pellicola è composto da: Ryūnosuke Kamiki che interpreta Tadashi Ino, Hiroyuki Miyasako nei panni di Sata, Chiaki Kuriyama che impersona Agi, Bunta Sugawara nel ruolo di Shuntaro Ino, Kaho Minami che interpreta Youko Ino, Riko Narumi nei panni di Tataru Ino, Etsushi Toyokawa che impersona Lord Kato Yasunori, Kiyoshirō Imawano nel ruolo del Generale Nurarihyon, Akira Emoto che interpreta un agricoltore.

Tadashi, un bambino che sta per compiere dieci anni, si trasferisce in un piccolo paese del Giappone insieme alla sua famiglia. Provenendo dalla città, Tadashi non è forte come i suoi nuovi compagni di classe, né abituato a vivere a stretto contatto con la natura, ma non si arrende e tenta in ogni modo di stringere nuove amicizie. Un giorno, in occasione di una festa religiosa, viene scelto tra gli altri come Cavaliere Kirin e secondo una leggenda, il prescelto, paladino della giustizia e della pace, è il solo in grado di impossessarsi della spada custodita sulla ripida montagna dal Grande Coboldo. All’inizio dell’estate Tadashi, nel suo pellegrinare, incontra Sunekosuri, uno spiritello che ha le fattezze di un gatto, e lo porta casa con sé. Intanto in tutto il paese iniziano a verificarsi strani fenomeni: alcuni bambini spariscono misteriosamente nel nulla e molti vengono assaliti da creature terrificanti. È Tadashi, il valoroso cavaliere Kirin, a dover fronteggiare, insieme agli spiriti, l’esercito del Male, in un’avventura lunga quanto le sue vacanze estive.

     

Alto budget per un fantasy di impianto classico aggiornato ai tempi del moderno consumismo. Effetti CGI e animazione in stop motion regalano una spettacolare carrellata di creature bizzarre e spaventose (gli yokai del titolo, spiriti multiformi della mitologia giapponese), ma la sceneggiatura sa troppo di già visto per coinvolgere. Una pellicola che preferisce restare su binari consolidati piuttosto che azzardare uno sviluppo degli spunti latenti più interessanti (uno su tutti la dialettica fra il mondo folklorico giapponese e la contemporaneità tecnologicizzata). La necessità di rivolgersi a un target infantile ha certamente limitato la libertà espressiva di Takashi Miike, che però non si è riservato di inserire qualche lampo genuinamente inquietante.

Il film utilizza il titolo dell’omonimo film del 1968, distribuito dalla ADV Films. L’unico tema comune in entrambi i film, è la guerra degli yōkai: il primo film utilizzava la figura di un demone babilonese in viaggio verso il Giappone per punire le popolazioni indigene; nel lungometraggio moderno vengono utilizzate figure di rigetto per punire la popolazione. Il film del 1968 utilizzò la tecnica visiva nipponica del Tokusatsu, mentre nel film del 2005 è stata utilizzata soprattutto la grafica computerizzata, oltre ai pupazzi animatronici e alla tecnica stop-motion.

Nonostante la pellicola abbia riscosso un discreto successo in patria, non è mai arrivata in Itala e di conseguenza non ha beneficiato di edizioni Home Video, nel momento in cui scriviamo non siamo in grado di dirvi se e quando avremo mai una edizione italiana di questa pellicola quindi, chi volesse recuperare questa pellicola dovrà, necessariamente, cercare nei negozi specializzati che si trovano online, nella speranza di trovare una qualche edizione estera (possibilmente sottotitolata) o, alla peggio, ripiegare su qualche versione sottotitolata da qualche gruppo amatoriale.

Anche per questa settimana abbiamo esaurito lo spazio a nostra disposizione ma, come di consueto, la nostra rubrica sui live action tratti dai fumetti o dall’animazione, tornerà puntualmente la settimana prossima con un’altra interessante puntata quindi, se volete rimanere aggiornati, continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>