Home Blog Pagina 1455

Riprende Resident Evil: Marhawa Desire

0

Il numero 27 di Weekly Shonen Champion, in vendita dal 31 Maggio ospiterà il ritorno del manga tratto dal popolare survival horror di Capcom Resident Evil: Marhawa Desire, che risulta assente dal numero 19 del 5 Aprile; il primo tankobon è previsto in Giappone per l’8 Giugno, mentre in Italia sarà disponibile grazie a Planet Manga dal 28 Giugno.

RESIDENT EVIL – MARHAWA DESIRE 1
AKUMA 1
28 giugno • 13×18, B., 184 pp., b/n • Euro 4,50
La tranquillità dell’istituto Marhawa, prestigiosa accademia asiatica gestita dalle suore, viene sconvolta quando l’alunna di una classe diventa uno zombi e uccide alcuni compagni! È un caso isolato o l’inizio di un’epidemia scatenata dal contagio con un nuovo tipo di virus? Un professore universitario e un suo giovane allievo sono chiamati a far luce sulla questione. Intanto, Chris Redfield è a capo di una squadra di agenti della BSAA impegnata in una missione che potrebbe essere collegata al contagio degli studenti…
In attesa dell’uscita del videogioco Resident Evil 6 (a ottobre), i fan della famosa saga creata da Capcom non possono perdere questo spettacolare manga!

Riprende Saint Seiya Next Dimension

0

Il numero 27 di Weekly Shonen Champion, in vendita dal 31 Maggio, ospiterà il ritorno di Saint Seiya Next Dimension. Il sequel della storica saga sui Santi di Atena, pubblicato in italiano da J-POP, è assente dal numero 7 del 12 Gennaio; riprenderà con il capitolo 41, di cui Masami Kurumada ha personalmente postato un’anteprima sul proprio blog (è l’immagine che accompagna questo articolo). La serie è stata finora raccolta in 5 volumi, 3 dei quali usciti anche in Italia.

In Saint Seiya Next Dimension la battaglia nell’Elysion ha lasciato in coma Seiya di Pegasus, la cui vita è appesa alla maledizione di Hades e si reciderà nell’arco di tre giorni. Per salvarlo Athena e Shun di Andromeda decidono di recarsi nel passato per distruggere la spada del dio degli Inferi manifestatasi durante la guerra sacra del XVIII secolo.

Ma non tutto va secondo i piani. L’intervento del dio del tempo Chronos, la cospirazione di Artemis dea della Luna e delle sue seguaci nonché l’infuriare della guerra sacra condotta nel XVIII secolo, complicano il cammino della dea verso la salvezza del Sacro Guerriero di Pegasus. Mentre uno dopo l’altro i quattro Sacri Guerrieri di Bronzo si recano nel passato per aiutare la loro dea, nel presente i nemici di Athena ordiscono piani contro di lei e il suo esercito.

Concepito come il seguito ufficiale della serie de “I Cavalieri dello Zodiaco”, Next Dimension intreccia passato e presente con nuovi personaggi e nuove storie e si presenta come il prologo ufficiale alla battaglia finale contro le divinità Olimpiche.

Il primo matrimonio gay della storia dei fumetti è targato Marvel

1

Northstar, primo eroe dichiaratamente gay della Marvel, sta per sposarsi con il suo fidanzato storico: sul tanto atteso numero 51 di “Astonishing X-Men”, si celebreranno le prime nozze gay dell’universo marveliano.

“Quando il matrimonio gay è diventato legale nello Stato di New York, si sono sollevate domande ovvie in quanto la maggior parte dei nostri eroi risiedono nello Stato di New York. Northstar è il primo personaggio apertamente gay a fumetti e ha avuto una relazione a lungo termine con il suo partner Kyle. Il grande interrogativo è stato: come sarebbe potuta evolvere questa relazione?” ha detto a riguardo Axel Alonso, editore della Marvel Comics.

“I nostri fumetti hanno sempre affrontato temi sociali a difesa dei diritti civili e questa è solo l’ultima espressione di quello per cui abbiamo combattuto per decenni.”

Viene spontaneo chiedersi se l’ appoggio di Obama alle nozze gay c’entra qualcosa in questa scelta editoriale, ma una cosa è certa la storica rivale Dc Comics, nel frattempo, non è rimasta con le mani in mano e (come vi avevamo già parlato in questo articolo) risponde alla sfida annunciando che, nel suo nuovo universo, uno dei personaggi più noti farà presto outing.

Questi, d’altro canto, non sono certo i primi personaggi gay nel mondo dei fumetti. Dopo i primi, timidi tentativi degli anni 70-80 (che spesso non riuscivano a evitare di cadere negli stereotipi), sempre più scrittori hanno introdotto eroi omosessuali più o meno di rilievo nel mondo degli eroi di carta.

Supereroe si dichiarerà gay ed è scandalo nel mondo dei comics

1

Un supereroe della scuderia DC Comics sta per dichiararsi gay: lo ha rivelato Dan DiDio, co-editore del celebre fumetto dell’uomo-pipistrello, lasciando però il mistero sull’identità del personaggio che nelle prossime settimane ‘uscirà dall’armadio.

Rispondendo a una domanda alla Kapow Comic Convention a Londra, DiDio si è rimangiato quanto sostenuto in una recente intervista a The Advocate in cui, dopo aver annunciato l’introduzione di nuovi personaggi gay, aveva dichiarato che non avrebbe cambiato l’orientamento sessuale di supereroi già esistenti. Dc Comics ha cambiato politica, ha detto DiDio e tra poco uno dei vecchi personaggi diventerà “uno dei nostri più importanti personaggi gay”. Gli ha fatto eco il vice-presidente delle vendite Bob Wayne, spiegando che, come per il presidente Barack Obama, le opinioni del co-editore in materia di omosessualità “si sono evolute”. La svolta arriverà nel numero di giugno, ha detto poi alla Abc il vice-presidente Courtney Simmons mentre su Twitter si scatenava una bagarre di illazioni tra i fan: Batman? Robin? Superman? Non è la prima volta che ai supereroi dei fumetti vengono attribuite pulsioni omosex. Batman e Robin gay erano stati qualche anno fa al centro di una mostra a New York che aveva scatenato l’ira di Dc Comics, mentre Hulk è un’icona omosessuale e sospetti gravano anche sugli XMen e Catwoman. Quanto a Batwoman, era uscita dall’armadio al suo rientro sulle strisce dopo essere stata uccisa nel 1979 dalla Lega degli Assassini e la Tigre di Bronzo. La donna-pipistrello (vero nome Kathy Kane) era tornata in scena come una seducente lesbica nel luglio 2006: una ricca signora della buona società che intreccia una relazione romantica con un’altra eroina del fumetto, l’ex detective della polizia Renee Montoya.

Dal rapporto Istat Gli italiani leggono poco, ma c’è il boom dei fumetti

0

Secondo un articolo del TG1, nel 2011 poco meno di 26 milioni di italiani dichiarano di aver letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti l’intervista, per motivi non strettamente scolastici o professionali. Rispetto al 2010 i lettori di libri diminuiscono, passando dal 46,8% al 45,3% della popolazione. Lo rende noto l’Istat nel rapporto 2010 su “La produzione e la lettura di libri in Italia”. La quota più alta di lettori si riscontra tra i ragazzi e le ragazze con età compresa tra 11 e 17 anni (60,5%). Nello specifico, si legge di più al Nord e nel Centro del Paese, dove la percentuale di lettori è superiore al 48% della popolazione di 6 anni e più. La propensione alla lettura è minore nel Sud e nelle Isole, dove la quota di lettori scende sotto il 35%. Il fatto di vivere con genitori che leggono libri ha una forte influenza sui giovani lettori. Tra i ragazzi di 6-14 anni legge il 72% di chi ha madre e padre lettori e solo il 39,2% di quelli che hanno entrambi i genitori non lettori. Le donne confermano di essere lettrici più assidue degli uomini: leggono almeno un libro il 51,6% delle femmine rispetto al 38,5% dei maschi. Le differenze di genere sono massime tra i 15 ed i 44 anni e tendono a ridursi significativamente con l’avanzare dell’età, dopo i 60 anni.

GENERI PREFERITI. In particolare, gli oltre 12mila romanzi e racconti pubblicati nel 2010 costituiscono quasi il 20% dei titoli e ben il 28% delle copie stampate, con un aumento inferiore al punto percentuale rispetto al 2005. All’interno di questo composito insieme, tra il 2009 e il 2010, le pubblicazioni di poesia e quelle di teatro, da una parte e i libri di avventura e gialli, dall’altra, hanno ridotto considerevolmente, tanto i titoli (-7,9% e -19,2%), quanto le tirature (-10,4% e -33,9%). Per quanto riguarda i libri di divertimenti, giochi e sport, che rappresentato il 3% del totale, se si prendono come riferimento i dati del 2005, quest’ultima materia mostra una crescita molto consistente nei titoli (69,6%), nelle pagine (16,2%) e perfino nelle tirature (88%). Cresce il successo dei fumetti, specialmente nelle edizioni per adulti. Nel complesso dell’editoria italiana pur rappresentando solo lo 0,6% della produzione totale, i fumetti registrano, fra il 2005 e il 2010, un incremento del 21,6% per i titoli, del 16,3% per le pagine e del 55,4% per le tirature.

Annunciato il Jeeg’s Option Parts Set – Kotetsu Jeeg

0

Nuovo prodotto per la linea Brave Gokin della Cm’s: 38 Jeeg’s Option Parts Set Kotetsu Jeeg. L’uscita del prodotto è prevista per Luglio 2012 al prezzo di 20,790 yen. Sempre della Brave Gokin  è stato annunciato il Cm’s: 38 Jeeg’s Option Parts Set “Exclusive Version” Kotetsu Jeeg. L’uscita del prodotto è prevista per Settembre 2012 al prezzo di 209,90 euro.
Questa “Exclusive Version”, nata dalla collaborazione tra Anime Import e Toys Hunter, verrà resa disponibile solo per l’Italia ed a differenza della controparte “Normal” conterrà 3 Busti del Jeeg.

Materiale: Die-cast / PVC / ABS / PVC

Contenuto Confezione:

  • Earth Parts;
  • Marine Parts;
  • Sky Parts;
  • 1x Busto Jeeg.

Materiale: Die-cast / PVC / ABS / PVC

Contenuto Confezione:

  • Earth Parts;
  • Marine Parts;
  • Sky Parts;
  • 3x Busti Jeeg.

Uscite Settimanali Panini Comics

0

Riceviamo e con piacere riportiamo il Comunicato Stampa che la Panini Comics ha diffuso in queste ore tramite la propria news letterer il proprio sito riguardante le uscite settimanali dell’editore.

  • PANINI COMICS MIX 30: SUPERIOR 1
  • LA TORRE NERA DI STEPHEN KING: LE PICCOLE SORELLE DI ELURIA 2 – COMICS USA 56
  • STAN LEE STARBORN 2 – 100% PANINI COMICS
  • MASS EFFECT INVASION – 100% PANINI COMICS
  • MARVEL MONSTER EDITION 18 – FEAR ITSELF 2
  • L’ORDINE DI THANOS 2 (DI 2) MARVEL CROSSOVER 75
  • X-STATIX COLLECTION 3: BUONI PRESAGI
  • DEVIL E I CAVALIERI MARVEL 4
  • X-MEN: FIRST CLASS 2 – 100% MARVEL
  • AVVENTURE MARVEL AVENGERS 2 – MARVEL ADVENTURE 2
  • FANTASTICI QUATTRO 332 – FONDAZIONE FUTURO 8
  • X-MEN DELUXE PRESENTA 206 – X-MEN FEAR ITSELF
  • MARVEL MEGA 77: ULTIMATE HAWKEYE
  • SENGOKU BASARA SAMURAI HEROES ROAR OF THE DRAGON 1 MANGA ONE 1
  • ANGEL HEART 2ND SEASON 2
  • SKET DANCE 3
  • HAPPY 11 (DI 15)
  • MAID-SAMA! – LA DOPPIA VITA DI MISAKI 8 – MANGA KISS 16
  • LIMIT 6
  • MPD PSYCHO 7 RISTAMPA
  • MPD PSYCHO 8 RISTAMPA
  • I CAVALIERI DELLO ZODIACO EPISODE G 0 – MANGA LEGEND 149
  • DEADMAN WONDERLAND RISTAMPA 4
  • BLEACH MANGA GOLD 36
  • BLEACH MANGA GOLD DELUXE 36
  • SOUL EATER SECONDA RISTAMPA 1

Giovanni e Paolo e il Mistero dei Pupi il cartoon dedicato a Falcone e Borsellino

0

In occasione del ventesimo anniversario dalle stragi di Capaci e Via D’Amelio, tra le tante iniziative proposte dalla Rai, val la pena segnalare l’interessante cartoon Giovanni e Paolo e il mistero dei pupi. Il film d’animazione, trasmesso per la prima volta da Rai3 nel luglio del 2010, è dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e racconta la storia di due bambini che, nella Palermo degli anni Cinquanta, affrontano un mago cattivo, in grado di far trasformare chi lo contrasta in pupi da schiavizzare.

La pellicola, come facilmente intuibile, si presenta come una grande metafora della vita dei due giudici, impegnati da sempre nella lotta contro le mafie. Una valida occasione, dunque, per tenere vivo il ricordo o, ancor meglio, far conoscere ai giovanissimi le importanti figure di Falcone e Borsellino e gli eventi drammatici che sconvolsero il nostro Paese nel 1992.

Coprodotto da Rai Fiction e Larcadarte, con lo studio di animazione Musicartoon di Roma e la collaborazione della Regione Sicilia, il cartone animato, della durata di 26 minuti, è stato sceneggiato da Alessandra Viola, Rosalba Vitellaro e Valentina Mazzola.

La direzione artistica è di Enrico Paolantonio, mentre tra i doppiatori troviamo Leo Gullotta, Donatella Finocchiaro, Barbara Pittotti e Mattia Nissolino. L’appuntamento è per oggi alle 8.00 su Rai2 e alle 16.40 e 22.15 su RaiGulp, il canale Rai del digitale terrestre dedicato ai bambini dai 6 ai 14 anni.

Maggie Simpson Diventa Protagonista di un Corto a lei dedicato

2

Sì sempre loro, i personaggi dei cartoon più irriverenti del piccolo schermo tornano a far parlare di sè, dopo tutta la questione della localizzazione precisa della loro città, Springfield, per una nuova notizia arrivata direttamente dagli USA e che conferma un rumors che girava già da tempo: l‘annuncio di un nuovo corto che vede come protagonista la piccola della famiglia, Maggie.

A darne conferma è David Silverman che su Twitter afferma di star lavorando a un corto con Maggie Simpson come protagonista, proseguendo con la seguente affermazione: Amo la piccola Simpson e nei brevi momenti in cui è protagonista della serie animata è esilarante. Anche se non dice una parola. Ma nell’arte del ciucciare è una vera attrice: sarebbe dovuta essere una protagonista, prima o poi.

Il corto in questione, intitolato “The Longest Daycare”, sarà trasmesso in tutti i cinema americani (e, in seguito, anche europei) prima del nuovo lungometraggio animato della serie Era Glaciale, il quarto episodio dal titolo Ice Age: Continental Drift, a partire dal 13 luglio prossimo. Nonostante quanto fosse stato annunciato inizialmente, la pellicola sarà in 2D (in fondo, anche per il film dedicato alla serie si fece questa scelta).

Infatti è lo stesso animatore che assicura, su Cartoon Brew: “Sì, sarà animato tradizionalmente”. Il 3D può essere usato anche solo per rifinire i personaggi (con software come BGS e After Effects). E continua: “mezzo pixel a sinistra, un quarto di pixel a destra. E sì, sto dirigendo. Anche mentre parliamo – devo andare!”. Non resta che attendere di vederlo.


Eris Edizioni presenta: NO COMICS, La Fine del Fumetto

0

No Comics, la fine del fumetto è una semplice raccolta di quattro storie a fumetti. È atipica, lo si nota in fretta.
Quattro fumettisti per quattro stili totalmente diversi uno dall’altro, nel tratto e nella narrazione. Background culturale, formazione artistica e sensibilità differenti.
Tra i quattro fumettisti che hanno dato vita a questo volume c’è un unico punto in comune: l’attitudine al mettersi alla prova e al confronto che li ha portati a partecipare alla Comic Battle, vera e propria competizione live dove gli artisti si sfidano vignetta dopo vignetta, tenutasi all’interno del No Fest!, festival di musica indipendente, a Torino. La giuria di qualità li ha scelti come vincitori. Qui nasce No Comics, la fine del fumetto.

Questa raccolta, che segue il volume dell’anno scorso (No Comis, il fumetto non esiste, Eris Edizioni, 2011) edito con le stesse modalità, è una sorta di sperimentazione. L’idea è quella di creare una dimensione laboratoriale in cui quattro giovani talenti, ai primi passi della loro carriera, abbiano la possibilità di raccontarci con il loro stile, con la loro sensibilità narrativa, un piccolo pezzo di mondo, a partire da un tema scelto tutti insieme, autori ed editori. Andando al di là delle distinzioni di genere e puntando tutto sulla voglia di fare fumetto e di raccontare. Non si sono cercate storie forti, tematiche altisonanti o l’omogeneità tipica delle raccolte, ma solo la freschezza di una storia, bella in sé per sé, per come è raccontata. Solo il gusto del narrare per immagini, al di là di ogni altra valutazione. Le storie sono nate spontaneamente, senza forzature a partire da un tema che è stato scelto altrettanto spontaneamente.

In questo periodo di crisi mondiale economico-finanziaria e in alcuni casi anche sociale, nell’anno simbolo di ogni profezia sulla fine del mondo, il 2012, è stato naturale scegliere l’Apocalisse, in ogni sua possibile declinazione: l’idea della fine, di tutto, anche del fumetto. Perché dopo ogni fine c’è un nuovo inizio, perché nella fine c’è il caos creativo della rinascita, con i giusti spazi per la sperimentazione, non come ricerca dell’arte per l’arte, ma come pratica. Concetto casualmente affine all’intento editoriale di No Comics. Partendo dall’azzeramento di tutte le considerazioni meramente commerciali che accompagnano l’uscita di un libro, ci siamo concentrati solo sul talento di questi giovani autori. No

Comics la fine del fumetto è un piccolo incubatore per la loro capacità artistica, ancora fresca, imperfetta, ma assolutamente indubbia. Perché per crescere è importante avere la possibilità di mettersi alla prova e di coltivare la propria sensibilità narrativa. In fondo alla base di un buon fumetto c’è sempre e comunque una storia.

Valentina Capobianco, Andrea Dotta, Elena Grossi e Matteo Manera ne hanno creata una per raccontarci la loro visione della fine, come quattro cavalieri dell’apocalisse con la matita in mano. Siamo lieti di invitarvi allo spettacolo della fine del mondo.

No Comics, la fine del fumetto è il primo squillo di tromba, il fumetto ha le ore contate.