Lucky Red Annuncia l’uscita di Laputa il castello nel cielo al cinema

Da qualche periodo giravano rumors che indicavano come prossimo film targato Studio Ghibli che la Lucky Red avrebbe proiettato nelle sale dei cinema “Laputa – Il castello nel cielo” ed ecco arrivare, dopo un dopo un assordante silenzio da parte della Lucky Red l’annuncio direttamente sul loro sito a confermare tale voce. L’uscita nelle sale è prevista per il 25 Aprile 2012 con il titolo di “Il castello nel cielo”.

Il titolo già in passato era uscito nel nostro paese ma aveva avuto una vita travagliata, quindi ora cercheremo di ricostruirla. Laputa è il terzo lungometraggio d’animazione diretto da Hayao Miyazaki.

Dopo il successo di Nausicaä della Valle del Vento, nel 1985 Hayao Miyazaki, insieme a Isao Takahata e alla Tokuma Shoten Publishing Co. LtD fonda lo Studio Ghibli. La prima opera che nacque da questo formidabile team fu proprio Laputa – Castello nel cielo. Prodotto tra il giugno 1985 e il luglio 1986, e uscito nelle sale il 2 agosto di quello stesso anno, non tradì le aspettative né dei fan né dello stesso Studio Ghibli, che si apprestava a diventare uno dei più rinomati studi di animazione del mondo. Lo stesso Miyazaki era scettico riguardo alla sopravvivenza del neonato Studio Ghibli, ma Laputa resistette e superò qualsiasi dubbio e fu premiato in Giappone come miglior film d’animazione del 1986.

Miyazaki curò il design di ogni parte del film, dai mezzi volanti di Dora ai robot dell’isola di Laputa, curando personalmente ogni particolare e riprendendo molti dei temi (così come i paesaggi) già trattati nel precedente Nausicaä della Valle del Vento e in Conan, il ragazzo del futuro quali l’ecologismo, l’antimilitarismo, l’avversione per la sete di potere umana e la fiducia, malgrado tutto, in sentimenti come l’amore e l’amicizia.

L’uscita italiana del DVD risale all’aprile 2004 (uscita rinviata per quasi 2 anni), al prezzo di 25 euro; il DVD è stato misteriosamente ritirato dal mercato meno di un anno dopo. Stessa sorte (ritiro improvviso senza ragione apparente) è toccata all’edizione spagnola del film, identica in tutto e per tutto all’edizione italiana (audio italiano compreso). La Buena Vista ha definitivamente perso o “congelato” i diritti del film, quindi l’edizione in DVD in questione è fuori commercio, e pertanto reperibile solo sul mercato dell’usato a prezzi da collezionismo. Questo succedeva fino all’altro giorno quando, come dicevamo in apertura, il titolo è stato annunciato in uscita nei cinema italiani.

La storia inizia con una bambina, Sheeta, che, per scappare da un gruppo di pirati intenzionati a catturarla, scivola dalla sua aeronave e cade dal cielo su un villaggio. Durante la caduta una misteriosa luce avvolge la piccola, che improvvisamente inizia a galleggiare nell’aria, fino ad atterrare dolcemente nelle braccia di un ragazzo orfano, Pazu, di ritorno alla fine del suo turno in miniera.

Dopo averla soccorsa, Pazu la porta nella sua casa. La mattina, appena svegli i due fanno subito amicizia, e durante la conversazione Pazu scopre che Sheeta è una discendente del popolo di Laputa, un leggendario castello volante che viaggia nel cielo nascosto dalle nuvole da centinaia di anni. In pochi credono alla sua esistenza, ma Pazu ne è convinto grazie al fatto che suo padre, anni addietro fotografò parte della imponente struttura. Pazu racconta che persino nel romanzo I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift vi è una descrizione del castello. Il ragazzo decide quindi di aiutarla a ritornare nella sua città e insieme intraprendono una lunga avventura, costantemente inseguiti dai pirati e dall’esercito.

Al momento in cui scriviamo la Lucky red non ha ancora rilasciato nessun trailer promozionale, quindi non siamo in grado di dirvi se il doppiaggio lo stesso dell’edizione dvd di qualche anno fa oppure se il film sia stato nuovamente doppiato, ma continuate a seguirci e non appena ci saranno novità sicuramente vi aggiorneremo.

Stay Tuned!!!




Tags:  , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>