L’amore quasi segreto di Homer Simpson

Che Homer Simpson abbia un amore mai celato per il suo divano è cosa nota, anche se mai palesemente dichiarato. Ora a questa speciale relazione è stato dedicato il corto d’autore “Beware My Cheating Bart” realizzato da Bill Plympton che è forse il più grande animatore indipendente esistente, già autore di numerose clip per Mtv e più volte candidato all’Oscar per i suoi corti e noto per le sue strisce politiche Lympton e alcuni suoi lavori come The Face e The Tune (quest’ultimo, uscito nel 1992, fu completamente animato a mano dall’autore).

L’omaggio di Plympton è stato la sigla della diciottesima puntata della 23esima stagione della sit Tv, andata in onda domenica scorsa sulla Fox. Il tratto dell’artista, fra gli ultimi animatori a disegnare ogni fotogramma dei propri cortometraggi a mano, è onirico. Nel cortometraggio Homer ha ancora i capelli ed il fedele sofà marrone è nel salone di casa Simpson. Dopo le scaramucce d’amore arriva il lieto fine.

Già in altre occasioni Matt Groening ha chiesto ad artisti famosi di disegnare la sequenza iniziale del cartoon. In origine è stato Banksy, artista di strada britannico, che ha trascinato gli spettatori in un mondo grigio e sotterraneo. Colorata e psichedelica, invece, è la sigla realizzata dal canadese John K, creatore di Ren & Stimpy.


Tags:  , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>