Esce per Eris Edizioni Hoarders, di Alessandro Caligaris

Presentato alla scorsa edizione di Lucca Comics and Games, esce questo mese Hoarders, di Alessandro Caligaris. Il titolo è inserito all’interno della collana Kina edita dalla Eris Edizioni. Un progetto che al suo interno mira alla pubblicazione di opere caratterizzate da una forte ricerca e impronta autoriale, proposte attraverso un attenta e appassionata cura editoriale, e che intende anche promuovere autori esordienti italiani.

In questo volume si parla dell’Hoarders, ovvero di un disturbo mentale che determina in chi ne soffre, un accumulo patologico o un accaparramento compulsivo di una notevole quantità di beni anche se inutili o pericolosi. Ma quando è una società a soffrirne si crea un dentro, perfetto e asettico, dove i palazzi e i loro abitanti sono sinonimo di privilegio e potere, e un fuori, discarica infinita destinata al riciclo continuo di immondizia umana e non, che serve a mantenere il dentro pulito e ordinato. Due mondi legati da un flusso continuo di scarti più o meno tossici governato da un unico potente padrone: il Santo Trafficante. Tre uomini (Bobbit, un sadico medico-scienziato dedito al traffico di corpi umani; Thoureau, un prete convinto che il Santo Trafficante sia il nuovo messia; Kafka una giovane cavia del dottor Bobbit contenuto dentro una camicia di forza a causa della sua forza inaudita), il cui desiderio di vendetta si confonde con la sete di un piccolo potere personale, scortano una misteriosa bambina fin nel “cuore di tenebra” di una landa coperta di rifiuti, macerie e scarti umani in esubero.

Alessandro Caligaris, pittore e street artist, esordisce nel fumetto con un graphic novel che è frutto di una ricerca personalissima, sia per quanto riguarda le scelte stilistiche, che per quelle narrattive. È riuscito infatti a costruire una storia d’azione ambientata in una cornice fantascientifica ma attraverso un registro narrativo grottesco, sboccato e satirico, senza per questo rinunciare a descrivere un mondo inquietante, che ricicla frattaglie di “cultura Pop” nel disperato tentativo di darsi un’identità e di sopravvivere a se stesso, una società dominata da un potere spietato che si rigenera opprimendo chi sta appena al di sotto nella scala sociale.

Il risultato è un libro che esplora e dilata il genere del graphic novel nelle sue possibilità espressive e di contenuto.

Abstract

Hoarders: accumulo patologico o accaparramento compulsivo di una notevole quantità di beni anche se inutili o pericolosi. È un disturbo mentale ma quando è una società a soffrirne si crea un dentro, perfetto e asettico, dove i palazzi e i loro abitanti sono sinonimo di privilegio e potere, e un fuori, discarica infinita destinata al riciclo continuo di immondizia umana e non, che serve a mantenere il dentro pulito e ordinato. Due mondi legati da un flusso continuo di scarti più o meno tossici governato da un unico potente padrone.

Tre uomini partono alla sua ricerca. Il loro desiderio di vendetta si confonde con la sete di un piccolo potere personale in grado di farli sentire grandi in una schiera di spazzatura umanoide. La tipica storia narrata da chi si trova sul fronte sbagliato della Storia in cui ogni riferimento a “fatti” o “persone reali” é puramente volontario.

Alessandro Caligaris

(Torino 1981) vive e lavora a Torino. Laureato in pittura all’Accademia Albertina si occupa appunto di pittura, illustrazione, street art e chi più ne ha più ne metta! Crede fermamente nel detto “Impara l’arte e mettila da parte” e, se ve lo stavate domandando, ha avuto un’infanzia felice nonostante le dosi massive di tivù berlusconiana.

Dati tecnici

– Hoarders
– Alessandro Caligaris
– Collana Kina
– Brossurato, 224 pagine in bianco e nero
– Formato 16,5×24 cm
– Prezzo 18,00 €
– Novità Febbraio 2014

One comment to Esce per Eris Edizioni Hoarders, di Alessandro Caligaris

  • Alessandro Sibona  says:

    Libro meraviglioso!Trama avvincente, disegni splendidi e quant’altro si possa chiedere ad un libro a fumetti!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>