Da fumetto a best seller

Illustratore di romanzi per ragazzi e fumetti per adulti (ha realizzato le copertine di tutti i numeri di Sandman e disegnato “Black orchid” e Batman), creatore delle cover di oltre cento dischi (per Alice Cooper come per Tori Amos, per Bill Bruford come per i Counting crows), regista e produttore di cortometraggi e lungometraggi, fotografo e pittore, Dave McKean pubblica con Magic press la sua opera cardine, “Cages” (496 pagine, 35 euro).

Già nelle librerie tra il 1990 e il 1996, e raccolta in volume nel 1998, questa grapich novel è diventata in breve tempo un best seller. Il suo punto di forza è rappresentato da una trama essenziale ma di forte impatto: le esistenze di un pittore, di uno scrittore e di un musicista si incrociano tessendosi l’una con l’altra. Ragionando sull’arte, sull’ispirazione che le dà linfa, ma anche sugli usi creativi e innovativi delle tecniche utilizzate, McKean – oggi residente nel Kent, in Inghilterra, con la sua famiglia – origina un racconto che, attraverso l’intreccio di storie differenti, muta in una allegoria immaginifica.

Pagina dopo pagina, l’autore si esibisce soprattutto nella tecnica del disegno a penna, rievocando i lavori dell’austriaco Egon Schiele. Dal canto suo, però, McKean si concede delle intriganti variazioni, passando con dimestichezza dagli acquerelli all’aerografo fino allo xilografo. Il risultato? Un’esplosione di colori, un susseguirsi di stimoli visivi.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>