Cosplay

Cosplay e Cosplayer… questi sconosciuti

Se ci seguite con costanza sapete sicuramente cosa sia il Cosplay e chi siano i cosplayer, a beneficio dei nuovi lettori un cosplayer è colui/lei che indossa un costume che rappresenta un personaggio di un certo ambito e ne interpreta il modo di agire. Il fenomeno ha origine in Giappone, il termine Cosplay (コスプレ kosupure) indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito interpretandone il modo di agire. Viste le origine giapponesi i cosplayer, all’inizio, erano dedicati per lo più personaggi appartenenti al mondo degli anime o dei manga, al massimo dei videogiochi, ultimamente però anche il mondo dei comics sta avendo i suoi cosplayer, visto che la mania di travestirsi ha ormai contagiato i fan di tutto il mondo. Abbiamo detto travestirsi, ma non si tratta di una carnevalata fuori tempo, perché lo spirito che muove il cosplayer più affine forse a quello di un attore, assumendo le movenze, la gestualità, l’essenza, del personaggio interpretato. Esiste una sorta di campionato del mondo del cosplay il World Cosplay Summit, WCS, un evento cosplay organizzato da una tv giapponese. Agli inizi era più un meeting di cosplayer provenienti da tutto il mondo. Solo dal 2005 è iniziata la vera e propria gara, una competizione che assegna il premio finale dopo una lunga selezione fatta nei vari paesi. All’inizio i partecipanti erano una decina di paesi oggi sono più che raddoppiati e l’Italia (forte della propria tradizione carnevalesca, così come i brasiliani) ha vinto 2 edizioni, purtroppo come nel calcio anche in questo campo il Brasile ci batte avendone vinto 3. Ed il Giappone pur avendo “inventato” il cosplay non riesce ad emergere, forse dovuto al fatto che, pur avendo inventato il genere, peccano sul lato interpretativo; Cosplay, infatti, è la contrazione di due termini: “costume” e “player”. La parte costume è sicuramente importante e poi c’è un lato player di interpretazione, di recitazione, di performance, che può essere di varia natura. Al WCS, come in altre gare, può essere un combattimento, un ballo, un canto, un mimo, ma anche una paroia, una vera è propria performance al servizio del personaggio interpretato. Ed i giapponesi, anche se con costumi meravigliosi peccano molto dal lato interpretativo, per questo motivo hanno vinto solo una volta il WCS.

Quindi ogni cosplayer che si rispetti oltre cercare in tutti i modi di somigliare al personaggio interpretato, cerca anche di “recitarlo”, abbiamo così cosplayer che maniacalmente riproducono i costumi, le fattezze o le armi dei vari personaggi che interpretano, a volte le somiglianze sono veramente impressionanti, come nel caso delle foto in basso

cosplay

Mary Jane Cosplay

 A volte photoshop riesce a fare veri e propri miracoli

Cosplay Photoshop

 

Altre volte invece la fantasia, partendo da una base reale, sforna personaggi che nella realtà (del comics o del manga non esistono, come in questo caso

lady Capitan America lady Ciclope

 

Bane cosplay

 

Altre volte si realizza un cosplay di un’intera copertina

Mary Jane Cosplay

Poi esistono i sexy cosplay dove bellezze mozzafiato prendono le sembianze delle più sexy eroine dei comics, la Batgirl che vedete in fondo ne è un esempio calzante

sexy batgirl cosplay

Come dite non vi sembra abbastanza calzante? ma se ad occhio avrà almeno un 43 di piede più calzante di così…
va bene si scherzava ecco un vero sexy cosplay dedicato a Mortal Kombat

Sexy Cosplay: Mortal Kombat

e per par condicio dedicamio un sexy cosplay pure ai supereroi, dove se le “tartarughe” non sono photoshoppate, in parecchi avranno un sentimento di… invidia

superhero cosplay

e con questo speriamo di aver accontentato tutti, è giunto il momento di congedarci e lo facciamo con un quiz: guardate la foto e diteci chi è

cosplay quiz

Mentre questa è la domanda di riserva (vale quanto chiesto prima)

Adrianne Curry sexy cosplay

Per il momento è proprio tutto in ogni caso torneremo ancora nel magico mondo dei cosplay.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>