Anteprima del Caravaggio di Milo Manara

Poche ore fa Milo Manara in un intervista rilasciata al TG1 a Vincenzo Mollica ha presentato alcune tavole del suo prossimo lavoro interamente dedicate a Michelangelo Merisi: il Caravaggio, raccontando la sua storia vista attraverso le donne che frequentò. La vicenda inizia quando il pittore arriva a Roma, dopo aver lasciato Milano. La storia dovrebbe vedere la luce nel 2013 è sarà interamente curata dallo stesso Manara, sia per i disegni che per i testi.

Un opera molto attesa anche in ambito internazionale, visto la passione che Manara ha riversato in questo suo ultimo lavoro per quello che egli considera il genio assoluto della pittura. Il volto del giovane Caravaggio ricorda molto quello di Andrea Pazienza ed è anche questo un omaggio dichiarato ad un genio del fumetto.

Per Manara in Caravaggio vivono due forze contrapposte: “la tenebra è la condanna, la luce è l’assoluzione”. Manara nel fumetto fa pronunciare queste parole Filippo Neri: “Io vedo in te due lupi che lottano uno contro l’altro e devono sbranarsi a vicenda”

 “Quale dei due riuscirà a vincere?” Chiede Caravaggio

“Quello che tu avrai nutrito di più” risponde Filippo Neri, ed effettivamente è questa personalità dilaniata all’interno tra la tenebra e la luce e di volta in volta prevale questa o quell’altra.

7 comments to Anteprima del Caravaggio di Milo Manara

  • Ernesto  says:

    è sempre un piacere per gli occhi vedere una tavola di Milo Manara

  • Dorotea  says:

    quando si potrà avere qualche dettaglio in più sull’opera del Maestro?

    • Arzack  says:

      Al momento si sa solamente che saranno due volumi. Il primo volume sarà incentrato sulla vita di Michelangelo Merisi, iniziando quando il pittore raggiunse Roma dopo aver lasciato Milano. Il secondo volume racconterà le circostanze che portarono alla sua morte. L’originale sarà in bianco e nero, verrà in seguito stampato con una colorazione in digitale.

  • libertino  says:

    Manara, disegna sempre gli stessi culi e le stesse faccie; le sue donne hanno sempre la bocca semiaperta, ne avessi mai vista una sorridere o con la bocca chiusa, ottimo disegnatore per carità ma molto sopravvalutato
    A livello di testi il mio nipotino, alle elementari, lo soverchia e non di poco…

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>