Home Blog Pagina 1439

Una nomination al premio Leggio D’Oro per Marco Mengoni

0

Anche se Lorax – Il Guardiano della Foresta (trovate la recensione del film in questa pagina) è uscito nelle sale cinematografiche Italiane già da diverse settimane, il film non smette di sorprendere e far parlare di se, infatti Marco Mengoni è in nomination al Leggio D’Oro 2012 nella sezione Voce-Rivelazione Cartoon grazie al suo doppiaggio.

Insomma per il suo debutto da doppiatore di Marco Mengoni non poteva essere migliore ed ora potrebbe essere anche premiato. Una vera e propria rivelazione per un’esperienza che Marco potrebbe tranquillamente ripetere visto che ha tutte le qualità per poterlo fare ed in effetti è stato lui stesso (in diverse interviste) a non escludere una prosecuzione di questa nuova ed inaspettata carriera.

Tutti i fan del cantante possono aiutarlo a conquistare il premio. È infatti possibile sostenere Marco Mengoni votandolo. Per farlo occorre inviare una email agli organizzatori con su scritto “Voce Rivelazione Cartoon: Marco Mengoni” e poi occorre cliccare mi piace nella foto di candidatura presente sulla pagina ufficiale Facebook del direttore del premio.

A questo punto i fan non devono far altro che darsi da fare col voto e col passaparola. Ovviamente tutte le informazioni utili per votare sono disponibili sia sulla pagina ufficiale Facebook di Mengoni che sul suo sito ufficiale.

Intanto cresce l’attesa per il live di Marco Mengoni a Torino. Il cantante è atteso sul palco allestito in Piazza Castello il prossimo 30 giugno in occasione della serata di chiusura degli Mtv Days.

Pochi giorni fa, invece, il giovane cantante ha partecipato ad un evento benefico che si è svolto al Globe Theatre di Villa Borghese a Roma. Si tratta dell’evento “Dona il sangue, salva una vita”, una serata organizzata in favore della Croce Rossa Italiana. Vi erano mille posti disponibili per accedere al teatro e l’ingresso era gratuito per tutti i donatori di sangue. Marco Mengoni si è esibito nonostante la febbre dimostrando l’alta professionalità e serietà dell’artista.

A breve una parodia a luci rosse per Birds of Prey

0

La nuova moda produttiva dell’industria pornografica risiede nelle parodie di grandi classici, che spaziano dal cinema, alla televisione e (più di recente) al mondo dei comics. Quindi non c’è da meravigliarsi se il mondo dei fumetti americani cede (dopo Wonder Woman) anche le ragazze di Birds of Prey alle luci rosse, era solo questione di tempo.

Il cast del film potrà contare sulle seguenti attrici e attori: Huntress (Gracie Glam), Black Canary (Kagney Linn Karter), Oracle (Brooklyn Lee), Talia Al Ghul (Lizzy Borden), Dr. Harleen Quinzel (Chanel Preston), Alyce Sinner (Alexis Texas) e Comissioner Gordon (Tom Byron). Per passare quei momenti di intimità con le ragazze di Birds of Prey, quei momenti che avete sempre sognato, dovrete aspettare la fine di luglio, data approssimativamente prevista per l’uscita del film che, ne siamo sicuri farà la felicità degli appassionati di genere.

Da Crepax a Hugo Prat i treni raccontati dai fumettisti

0

Dai binari di ferro alla magia della carta, il treno corre sempre più veloce. Tra il nuovo treno Italo, il gioiello di Ntv, e i Frecciarossa di Ferrovie dello Stato, ci sono strisce di fumetti che raccontano il sogno della velocità. Storie originali scritte per far compagnia a chi viaggia.

Da Guido Crepax a Cinzia Leone, da Lorenzo Mattotti e Hugo Pratt a Josè Muñoz-Sampayo, il libro ‘Quel fantastico treno. Fumetti d’autore sulla ferrovia’, Adnkronos editore, presenta cinque maestri del fumetto che hanno disegnato appositamente per questa raccolta, con l’unico vincolo di porre il treno al centro delle vicende. Prendere un treno, tra chi va e chi ritorna, è anche un viaggio dell’anima.

Ci si affida al mezzo, prendendosi cura di se’ per leggere o stare in compagnia di persone, apprezzando il paesaggio ma soprattutto la velocità dei collegamenti visto che per raggiungere le diverse località dello Stivale, soprattutto nelle prossime festività, con le offerte a disposizione delle diverse compagnie si impiegherà poco tempo.

Ne sarebbero stati contenti i futuristi Boccioni, Carrà e Balla che, celebrando il mito della velocità, si cimentarono in più di una rappresentazione del treno in corsa. Un mezzo che oggi ha superato, quanto a quote di mercato, le altre modalità di trasporto. Viaggi che bruciano i tempi, senza farci dimenticare la filosofia di quei finestrini dove ognuno, almeno una volta nella vita, si è perso nei ricordi o ha coltivato speranze. Non è un caso che l’erotismo dèco di Crepax invita nel fumetto ‘Scambio imprevisto’ a non perdere quel treno che è un appuntamento di vita per la vita, arrivando come Valentina in tempo alla stazione giusta, stando attenti alle sorprese. Il fischio del capotreno si sente ancora. Ma quanto tempo è passato da ‘L’arrivo del treno alla stazione di La Ciotat’, dei fratelli Lumière.

In arrivo una Super Action Statue decicata a Dio Brando

0

Medicos Entertainment rilascierà questa variant della versione già uscita con i capelli biondi di Dio Brando, che rientra nella linea Super Action Statue, serie di action figures principalmente di personaggi dedicati all’intramontabile “Jojo’s Bizarre Adventure“.

Per chi non lo sapesse, Le bizzarre avventure di JoJo (ジョジョの奇妙な冒険, Jojo no kimyō na bōken?) è un manga scritto e disegnato da Hirohiko Araki, e pubblicato in Giappone sulla rivista Weekly Shonen Jump, della casa editrice Shūeisha, dal 1987 al 1999. In Italia è stato pubblicato dalla Star Comics dal 1993 al 2004. L’autore è attualmente al lavoro sull’ottava serie, JoJolion. Il manga è stato anche adattato in due serie di OAV complementari, realizzate tra il 1993 ed il 2001, per un totale di 13 episodi, tutti incentrati sulla terza serie.

La storia è articolata intorno alle peripezie della famiglia Joestar; ciascuna delle sette serie si sofferma sulle avventure di uno diverso dei suoi esponenti, e ognuna si svolge in un diverso momento storico. Tutti i protagonisti ottengono in una maniera o nell’altra il nomignolo JoJo. Il leitmotiv è il tempo, e in tutta l’opera sono presenti una quantità innumerevole di citazioni musicali, inizialmente velate e nascoste, e successivamente sempre più palesi.

Nell’aprile 2011, conclusa la settima serie Steel Ball Run, Araki annuncia che dal 19 maggio sarà serializzata su Ultra Jump l’ottava serie, JoJolion, ambientata (come la quarta serie) a Morio-cho.

Precedentemente, era stato reso noto che il progetto avrebbe avuto un suo sviluppo in nove serie, per cui JoJolion sarà la penultima.

Tornando all’ action figures della Medicos, questa versione vede il nemico di Jonathan Joestar in una versione exclusive che verrà rilasciata nella fiera Wonder Festival Summer 2012, che si terrà il 29 luglio di questo anno, al prezzo di 4000 yen. Assieme a questa snodabile alta 17 cm in scala 1/12, verrà rilascita anche la bara in papercraft, ovvero costruibile in carta.

Prime indiscrezione sugli ospiti di Etna Comics 2012

1

Fervono i preparativi per l’edizione 2012 di Etna Comics che sono ormai entrati nel vivo. Da “dietro le quinte” del festival internazionale del fumetto, cinema d’animazione, gioco e videogames, arrivano le prime indiscrezioni sui grandi nomi che parteciperanno all’evento giunto alla sua seconda edizione. Eduardo Risso, il fumettista argentino e disegnatore di 100 Bullets, Fulù, An American Tale e di molti altri successi firmati con la Vertigo – etichetta della casa editrice statunitense Dc Comics –  incontrerà i visitatori di Etna Comics dal 14 al 16 settembre 2012.

Il capolavoro noir 100 Bullets, realizzato insieme allo sceneggiatore statunitense Brian Azzarello, gli è valso ben 4 premi Eisner (miglior storia a puntate, miglior serie regolare per due edizioni e miglior artista). Il binomio con Azzarello l’ha portato, fra l’altro, a realizzare una saga di sei numeri nell’universo di Batman, Broken City, che mostra il lato più oscuro di Gotham City.

“Sarà la mia prima volta in Sicilia. In particolare ad Etna Comics. La mia impressione sull’evento è assolutamente positiva sia come artista sia come organizzatore di una manifestazione simile nella città in cui vivo”, dichiara Risso che, durante il festival,  presenterà due anteprime esclusive della 001 Edizioni: “Fulu’” in edizione “absolute” e il volume conclusivo de “I misteri della Luna Rossa”.

Ecco che la macchina organizzativa di Etna Comics promette già grandi nomi e appuntamenti imperdibili. Numerose le case editrici che hanno già confermato la loro presenza alla manifestazione diventata un fenomeno con le oltre 25 mila presenze dell’anno scorso: Wombat, Bottero Edizioni, Hazard, Yamatovideo, Edizioni BD, Cagliostro E-Press, J-Pop, RW e molte altre. Tra gli espositori La Scuola del Fumetto di Palermo, grafiMated Cartoon e il canale di Sky MAN-GA, che trasmette a “getto” continuo vecchie e nuove serie d’animazione dedicate alla cultura giapponese.

Personaggi dei fumetti rivisitati in in chiave alternativa

0

Il sito ComicBookResources, all’interno della sua rubrica The Line is Drawn ha lanciato un’interessante iniziativa in cui i lettori erano invitati a presentare delle creazioni nelle quali un personaggio dei fumetti veniva disegnato seguendo l’aureo dettame del “e se fosse stato creato da un altro autore?”. Il risultato di quest’iniziativa è stato molto interessante e le tavole che sono state pubblicate regalano più di uno spunto su come si sarebbero evolute le storie se partorite da altri autori e non da quelli originali. Visionando le tavole non possiamo non notare lo Spider-Man concepito come se fosse stato creato da Daniel Clowes, oppure il The Goon come se fosse stato creato da E.C.Segar od ancora la tavola più significativa che vede gli X-Men come se fossero stati creati da Pablo Picasso.

A seguire, vi presentiamo le opere arrivate al sito, e vi ricordiamo che vi basta cliccare sull’immagine per vederla ingrandita e a dimensione naturale. Dopo aver visto le foto diteci la vostra e perché no, mandateci una tavola che rivisita uno dei personaggi di comics o manga seguendo il dettame del “e se fosse stato creato da un altro autore?” Se ne arriveranno abbastanza creeremo la nostra personale gallery riportando i nomi di tutti quelli che vi hanno partecipato.

Parte l’iniziativa 100 fumettisti per 100 mattoni

0

Nell’ambito di Bonvi Parken (23 e 24 giugno tra via della Pace e viale Amendola), l’associazione culturale e artistica ComixComunity propone un’iniziativa di sensibilizzazione e raccolta fondi a favore delle persone colpite del terremoto che ha funestato l’Emilia. L’iniziativa si intitola “Don Camillo e Peppone per la ricostruzione. 100 fumettisti per 100 mattoni”.

“I celeberrimi personaggi creati da Giovannino Guareschi, da un paio d’anni protagonisti anche di una serie a fumetti, hanno già passato almeno due periodi in cui è stato necessario ricostruire”, spiegano gli organizzatori dell’iniziativa. “Hanno vissuto e raccontato il secondo dopoguerra, dove da opposti schieramenti è stato indispensabile rimanere uniti di fronte a un Paese ridotto in macerie, così come di fronte all’alluvione che sconvolse la Bassa nel 1951. Anche in quel caso, con il sudore, la fatica e la determinazione di tutte le persone di buona volontà al di là del loro credo e colore politico, la terra tanto amata da Guareschi seppe reagire e rialzarsi. Per questo oggi il prete e il primo cittadino tornano in prima linea per affrontare la nuova prova a cui l’Emilia è chiamata”.

“L’iniziativa è ottima ed è giusto che anche il parroco don Camillo e il sindaco Peppone aiutino la propria gente come stanno facendo tutti i sindaci e i parroci delle zone terremotate”, è stata la risposta di Alberto e Carlotta Guareschi, figli dello scrittore, che hanno subito avvallato l’iniziativa. Così ha fatto la casa editrice ReNoir Comics, che pubblica le avventure a fumetti dei due celebri personaggi.

Da un’idea del curatore della collana, Davide Barzi, si è deciso di contattare cento disegnatori di fumetti, chiedendo a ognuno di loro di realizzare un’illustrazione su di un mattone. Ogni mattone, metafora della ricostruzione, diverrà quindi un’opera unica e irripetibile che verrà messa in vendita nel corso dell’evento per raccogliere fondi da destinare alle persone colpite dal terremoto.

Dove acquistare i mattoni

I mattoni saranno in vendita sabato 23 e domenica 24 giugno presso lo spazio solidarietà del Bonvi Parken, in viale Amendola a Modena, dalle 10 alle 20.

Gli autori coinvolti

Ecco alcuni degli autori che hanno dato la loro adesione all’iniziativa: Francesco Abrignani, Lola Airaghi, Fabiano Ambu, Stefano Babini, Roberto Baldazzini, Cristian Baldi, Luca Bertelé, Massimo Bonfatti, Mirko Bonini, Giuseppe Camuncoli, Adriano Carnevali, Clod, Christian Cornia, Maria Claudia Di Genova, Fabio D’Auria, Fabrizio Dori, Sandro Dossi, Lucio Filippucci, Stefania Fiorillo, Gianfranco Florio, Giuseppe Fontana, Giovanni Freghieri, Caterina Giorgetti, Cristina Giorgilli, Andrea Greppi, Stefano Landini, Danilo Loizedda, Mirella Mariani, Roberto Meli, Giacomo Michelon, Giuseppe Palumbo, Alessandro Poli, Giovanni Rigano, Piero Ruggeri, Luca Usai, Alessandro Vitti, Sonia Zucchini.

Giuseppe Camuncoli (Spider-Man): il mio mattone per i terremotati

“L’iniziativa è lodevole. Ho partecipato molto volentieri, perché da emiliano tutto quello che posso fare lo faccio. Proprio l’altro giorno ho fatto il mio mattone. Personalizzare un supporto che non sia la carta è stata una esperienza molto forte. E’ bello ripartire da oggetti concreti come i mattoni, dall’alto valore simbolico, per rilanciare la ricostruzione dopo il terremoto”.

Giuseppe Camuncoli, 37 anni di Reggio Emilia, è uno dei disegnatori italiano più noti anche all’esterno. Dalla sua matita escono infatti le avventure di Spider-Man per il colosso americano Marvel Comics, oltre a essere direttore artistico della Scuola Internazionale di Comics di Reggio Emilia con sedi in tutta Italia.

Un aperitivo con delitto tra vino ed anime

1

Parte domani a Roma un’interessante iniziativa che unisce due mondi distanti tra loro, quello della gastronomia e quello dei Cosplay e degli anime (aperitivo con delitto). Infatti saranno Kiss Me Licia, Oliver Hutton, Sailor Moon, Jigen ed altri divi d’infanzia i protagonisti dell’aperitivo con delitto in programma domani venerdì 22 giugno presso l’Enoteca Il Vigneto.

Un imperdibile appuntamento per tutti gli appassionati del delitto con stile: ci si potrà cimentare in un appassionante giallo ambientato nel magico mondo dei cartoons e vincere premi a sorpresa svelando il mistero che si cela dietro uno scomodo delitto. Quattro indiziati per il caso dell’anno, un noto ispettore, un imprevedibile colpo di scena con un’ospite a sorpresa, questi gli ingredienti dell’aperitivo con delitto. A mettere in scena il giallo saranno Laura Celestini Campanari, Palma Karmen D’Addeo, Aldo Emanuele Castellani, Alessandro Diamanti e Valentino Briguglio. I commensali più temerari potranno anche presentarsi all’appuntamento vestiti da cartone animato.

Chi volesse partecipare all’evento ecco cosa deve sapere:

Venerdì 22 giugno

Enoteca Il Vigneto
Via Gentile da Mogliano, 27
Orario: alle 19.30

Aperitivo + spettacolo: 10 euro

A cura della redazione de “Il Piacere Del Gusto

È uscito da qualche giorno il 1° volume di Shut Up & Fold

4

Ne avevamo parlato già in questa notizia, oggi riprendiamo l’argomento per informarvi che il fumetto Shut Up & Fold, atteso da un forte seguito che conta già alcune migliaia di fan sia su Facebook che su You Tube, lo scorso Mercoledì 20 giugno è uscito. Come avevamo detto nel nostro precedente articolo, si tratta del primo fumetto dedicato al mondo del Poker, ai personaggi, ai luoghi, ai contesti ed alle situazioni di una vera e propria mania, quella dei partypoker, che conta oltre 150 milioni di appassionati nel mondo.

Un fumetto mensile che narra le gesta, il vissuto e le sfide di Rude Boy, il giocatore professionista, la bellissima Sambinha, l’amante del betting, il londinese Iron Trader e tanti altri personaggi sceneggiati dalla sapiente penna di Antonetti e Bartoli, capaci di ideare e produrre un prodotto di grande intrattenimento. “Quand’ho ideato la serie avevo in mente di creare uno spazio che desse voce alla passione per questo gioco – dice Giancarlo Antonetti – quello del poker e’ un mondo a parte, lontano anni luce dalle bische fumose in cui alcuni tendono ancora a relegarlo, e’ una sfida competitiva entusiasmante, con regole, leggi, grandi abilita’ quali l’autocontrollo necessario ad eccellere…insomma ogni torneo e’ un grande evento e ogni giocatore vincente un vero e proprio fenomeno al pari dei grandi dello sport. Shut Up & Fold narra questo mondo, le sue sfaccettature, la sua umanità, le tante storie e sotto storie sottese a ogni partita…grazie a internet e al self pubblishing digitale noi pokeristi potremo avere un fumetto tutto nostro, che racconti davvero chi siamo, cosa vogliamo, perché giochiamo”.

Disponibile in inglese, italiano e portoghese il primo numero di 40 pagine è prezzato 1,49€ / 1,99$ e sarà disponibile per il download sulle principali piattaforme digitali internazionali quali Amazon, Nook, Kobo e I-Tunes di Apple ovvero fruibile tramite tutti i cellulari, i tablet e i dispositivi compatibili con Android (come nel caso dei Cellulari Samsung Galaxy), Kindle, Nook, Kobo e Apple (princialmente Iphone e Ipad).


Una statua in Bronzo per festeggiare il quarantennale di Devilman

1

L’azienda giapponese Nagae della prefettura di Toyama ha dato il via alla raccolta delle prenotazioni per quanti desiderino assicurarsi la statua “悪魔人間降魔成道像 Devil Man Gouma Jyoudou Zou”.

La riproduzione in bronzo è volta a celebrare i quaranta anni di Devilman, celeberrimo personaggio nato dalla matita del maestro Go Nagai, il cui manga venne serializzato sulle pagine di Shonen Magazine dall’11 giugno 1972 al 24 giugno del 1973 e da cui fu tratta (sempre nel 72) una serie tv anche se dai toni e dalle atmosfere decisamente più soft rispetto a quelle del manga e che arrivò in Italia nei primi anni ottanta.

Nagai ha spesso dichiarato di essere stato particolarmente colpito dalla rappresentazione della Divina commedia nelle incisioni di Gustave Doré, in particolare di quelle dell’Inferno. Da questa sua passione derivano molte delle ispirazioni per Devilman e per il suo “antenato”, mai completato, Mao Dante. Go Nagai dipinge una storia cupa, grottesca, violenta e inquietante.

Emerge prepotentemente uno dei temi molto cari all’autore, quello dell’analisi del lato oscuro della personalità del protagonista, che da timido studente si ritrova a dover convivere con la brama di sangue e violenza ereditata dalla sua componente demoniaca che fa di lui un antieroe. Riferimenti a questa tematica si ritrovano in molte opere nagaiane, a partire da Mazinga Z per terminare con Mazinsaga; la domanda fondamentale rimane sempre la stessa: come si comporta un uomo a cui il destino ha dato poteri e capacità simili a quelle di un essere superiore, quasi una divinità? Si comporterà in maniera benevola, o diventerà un demone distruttore? Un quesito che porta ad un’amara analisi del lato oscuro dell’essere umano.

In riferimento a queste tematiche, Nagai dichiarò in un’intervista che la visione estremamente negativa del mondo e degli esseri umani che aveva all’epoca (e che è ovviamente finita in Devilman) derivava dal pesante ostracismo di cui era soggetto a causa del suo fumetto satirico La Scuola Senza Pudore.

Come dicevamo prima, il manga è del 1972 enne pubblicato come manga in Shonen Magazine, Go Nagai progettò il manga come molto più horror e maturo della versione animata. Venne successivamente ristampato in 5 volumetti ed è stato ristampato più di una dozzina di volte e tradotto in cinque lingue. L’estrema violenza del manga e la sua trama eccellente lo resero un immediato successo.

In Italia il manga ha avuto le seguenti pubblicazioni:

  • Dalla Granata Press, sulla testata Z Star, 14 volumi pubblicati dal dicembre 1991 al gennaio 1993
  • Dalla Dynit, sulla testata Manga Cult, 3 volumi dal gennaio 1996 al dicembre 1997
  • Dalla D/Visual, 5 volumi (come l’edizione originale) con periodicità irregolare, dal luglio 2004 all’aprile 2005

Nell’ormai lontano 1973 abbiamo una prima apparizione cinematografica del personaggio nel film Crossover Mazinger Z Vs. Devilman.

Nel 1987 fu realizzato un primo OAV dal titolo Devilman la Genesis (Debiruman: Tanjou hen) arrivato anche in Italia nel 1993 ed uscito in Home Video ad opera dell’allora Dynamic Italia.

Nel 1990 viene realizzato un secondo OAV dal titolo Devilman L’arpia Silen (Debiruman: Kaichou shireinyu) anche questo arrivò in Italia nel 1993 ed uscì in Home Video ad opera sempre della Dynamic Italia.

Nel 2000 viene realizzato Amon: Devilman mokushiroku arrivato in Italia nel 2011 ed Uscito in DVD ad opera della Yamato Video.

Nel 2004 è uscito nelle sale un film live-action diretto da Hiroyuki Nasu con l’utilizzo della computer grafica (Debiruman, ossia Devilman). Esso rappresenta la seconda uscita cinematografica del personaggio e vorrebbe riproporre, con alcune varianti e citazioni nagaiane, la storia del manga, ma i tempi limitati ed i ritmi incalzanti di un film live-action pur creando un film di notevole fattura, non hanno fatto sì che il risultato fosse sufficiente brillante da permettere l’esportazione della pellicola negli stessi paesi dove il manga ha venduto e continua a vendere (Italia compresa) anche a distanza di anni.

Una storia, una manga ed un personaggio che hanno così profondamente segnato l’autore e la storia stessa dei manga non poteva non lasciare il segno ed è per questo motivo che per la ricorrenza dei suoi 40 anni di vita è stata decisa la realizzazione di questa statua in bronzo.

La statua è alta 36,5 cm e pesa ben 5,3 kg, e poggia su un piedistallo in noce, su cui è applicata una targa metallica con la firma di Go Nagai.

Il prezzo della statua è stato fissato a 147,000 yen. Questa pregiata riproduzione di Devilman sarà messa in vendita in Giappone a partire dal 27 giugno, ma sarà possibile anche acquistarla al Japan Expo che si terrà a Parigi dal 5 all’8 luglio prossimi.