Vampire Princess

Dalle pagine del sito Panini Comics, con piacere, riportiamo la presentazione del manga Vampire Princess pubblicato sulle pagine della collana Planet Manga.

Esistono persone che ricordano benissimo la propria infanzia, mentre per altre è un periodo nebuloso del quale riescono a richiamare alla mente unicamente qualche sprazzo. Io ho parecchie memorie del passato, tuttavia se potessi ripescarne qualcuna in più so già cosa chiederei. Di ricordarmi tutte le occasioni in cui ho fatto per la prima volta qualcosa. Il mio primo tuffo in acqua, la prima volta che ho respirato il profumo di una rosa, il sapore del mio primo gelato… C’è come una magia nelle prime volte, definiscono una sensazione, un approccio, che poi ci portiamo dietro per tanto tempo.

La prima volta che ho conosciuto il personaggio della principessa vampiro Miyu, che in Vampire Princess di Toshihiro Hirano e Narumi Kakinouchi diventa “Yu”, è stata ** anni fa (dal numero degli asterischi dovreste intuire che non sono pochi!), nello scantinato del conoscente di un amico. Una di quelle rare persone che, quando ancora i fumetti giapponesi non erano diventati un boom, ne possedeva a bizzeffe, assieme a videocassette un po’ di tutti i tipi. Io me ne stavo lì a squadrare la biblioteca con gli occhi quasi sporgenti dalle orbite, come se fosse la caverna del tesoro di Aladino.
Ai miei occhi Miyu ha sempre avuto la bellezza dei personaggi tragici. Una ragazza maledetta dalla sorte, condannata ad attraversare l’eternità per realizzare un destino che le toglieva ogni possibilità di avere un vita normale. Una creatura che lo scorrere del tempo aveva intaccato profondamente, incidendo nel suo animo quell’atteggiamento che hanno coloro per cui un anno, cinque anni, dieci anni, non sono che un soffio e ciò che ha importanza e senso per i normali esseri umani è ormai trascolorato, sbiadito, svanito, perdendo significato. Questo personaggio ritorna in Vampire Princess, ma stavolta si chiama Yu e se vi state chiedendo come si colloca questo nuovo manga nell’universo di Miyu sappiate che si tratta di un’opera nuova, con un’ambientazione nuova (anzi, antica: il periodo Meiji), e una protagonista che si presenta in veste rielaborata.

Yu, la sua natura e il suo ruolo ci vengono svelati poco a poco nel corso di una storia in cui il suo fato pare legato a doppio filo a quello di una ragazza, Yui, che è la protagonista di Vampire Princess Yui anch’essa in versione rinnovata. Attraverso una vicenda di amore, morte e rinascita, torna a vivere un personaggio il cui fascino, lungo lo scorrere del tempo, è rimasto inalterato, continuando a regalarci l’emozione dell’ignoto, dell’inquietudine, del sovrannaturale.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>