Una Mostra a Roma per la Valentina di Crepax

È una delle donne più belle che si siano mai viste… sulla carta. Una vita che si srotola su una pagina quella di Valentina, il famosissimo personaggio nato dalla penna di Guido Crepax e che ha fatto la storia del fumetto italiano. Talmente famosa e celebrata come icona da meritare una mostra, che si terrà nel centro storico di Roma a Palazzo Incontro, in via dei Prefetti, 22. Le sagome della bella Valentina vi faranno strada attraverso le 120 tavole e i 2.600 disegni che la ritraggono fino al 30 settembre. Il biglietto costa 6 euro (4 euro per il ridotto). La mostra è stata voluta dalla provincia di Roma per il programma ABC Arte Bellezza Cultura e le tavole, tra cui anche alcune inedite, sono state selezionate con l’aiuto di Vincenzo Mollica.

I tratti fisici di Valentina sono ispirati alla fisionomia dell’attrice statunitense Louise Brooks che negli anni venti conquistò il mondo cinematografico atteggiandosi a donna fatale nell’interpretazione del personaggio di Lulù. Valentina è forse l’unico personaggio della storia del fumetto italiano di cui sappiamo tutto, al punto di vedere la sua carta d’identità: è nata il giorno di Natale del 1942. Come conseguenza di ciò Valentina cresce e invecchia come qualsiasi persona reale. Valentina assume il look di Lulù alla fine della sua adolescenza, proprio ispirandosi ad un film con la Brooks, “Il vaso di Pandora” (film muto del 1928 di Pabst), come rivelerà un episodio relativo alla sua infanzia.

Valentina è una fotografa con problemi reali (in particolare l’anoressia: nella sua adolescenza appare patologicamente magra), incubi e deliri immaginari e folli (psicoanalisi, mostri, sogni e allucinazioni). Valentina è spesso raffigurata nuda, a volte sensuale, quasi sempre in contesti feticisti.

Il fumetto ha un taglio cinematografico, spesso onirico, ed è ricco di citazioni che spaziano dalla storia, all’arte, al fumetto stesso. Nelle trame il reale e l’immaginazione spesso si fondono o si confondono senza mostrare una chiara divisione.

Il personaggio di Valentina è noto anche a chi non legge abitualmente fumetti per le sue apparizioni in ambito pubblicitario.

Valentina fa la sua prima apparizione nel 1965. Fotografa bella e sensuale, la sua figura è ispirata all’attrice Luise Brooks (di cui riprende il taglio di capelli). È un personaggio noto anche a chi mastica poco il mondo del fumetto, un’icona di carta che ha segnato un’epoca con il suo stile.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>