Un Fumetto Italiano approda su iPad

L’iPad strizza l’occhio (anche) ai bambini. Come dimostra “I Tormentini”, un fumetto per i più piccoli uscito da poco su App Store sottoforma di app per il tablet Apple. L’ha realizzata Giuseppe Cafaro, pugliese classe 1974, che di professione fa il cartoonist, il creative e characters design, il graphic designer nonché il pittore astrattista.

Dal 1994, crea fumetti e siti web per hobby e passione, ma dal 2008 comincia a “fare sul serio”, da presentare agli editori e produttori di cartoons. Dopo avere inventato numerosi fumetti pubblicati in svariati albi, fra cui gli stessi Tormentini, Cafaro ha deciso di trasportare le sue opere dalla carta al digitale, sfruttando appunto le opportunità che l’iPad offre al mercato editoriale.

Così, grazie a Enhanced Press (specializzata in editoria per iPad e iPhone, nota per avere portato in digitale anche il noto caracter Geronimo Stilton) “I Tormentini” arriva in versione tablet, a soli 79 centesimi e in diverse lingue (oltre all’italiano, è in cinese, olandese, inglese, francese, tedesco, giapponese, coreano, vietnamita e basco).

Nella periferia di Los Angeles in una graziosa e incantata casetta coloratissima, vive una simpatica e speciale famiglia, i Tormentini. Graziosi personaggi di forma sferica e dai colori vivaci, provenienti da un altro pianeta che si sono stabiliti sulla terra. Il padre di color giallo, è un abile inventore con una intelligenza superiore che insegna al figlio i segreti del mondo; la madre, una brillante e tranquilla casalinga e un’ ottima madre di colore rosa con una margherita sul capo ed infine lui, Junior. Un tenerissimo bambino di colore azzurro, molto vivace che, come i bambini terrestri, è molto curioso e fa mille domande e tanti guai. Hanno anche un gatto di colore verde in casa che si chiama Sbufy. Insieme ne combineranno di tutti i colori.

Tags:  ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>