Spiegato al Comic Con la scelta del costume di Superman in Man of Steel

Durante il recente Comic Con di San Diego, l’illustratore Phillip Boutte ha avuto modo di parlare, durante un’intervista del concept che ha portato all’ideazione del nuovo costume di Superman in Man of Steel di Zack Snyder.

Stando a quanto ha dichiarato, la produzione è stata combattuta fin dall’inizio riguardo l’inclusione o meno dei “mutandoni rossi” che sono poi stati eliminati dal design definitivo della suite ideato da Warren Manser.

Lo scopo non è stato tanto quello di dare forma a un completo in grado di richiamare l’iniziativa editoriale della DC The New 52, quanto quello di conferirgli un aspetto più alieno. Qualità che sarebbe di certo venuta a mancare con la presenza della mutanda. La suite ha, infatti, delle origini kryptoniane.

L’intervista sembrerebbe confermare che il costume del Generale Zod potrebbe essere, per la maggior parte del tempo, in CG corroborando i sospetti della presenza dell’armatura indossata nei fumetti dal villain. Ecco il video integrale dell’intervista:

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>