[Speciale] Live Action Movie (parte 4)

Il nostro speciale sui Live Action tratti da manga ed anime è giunto al suo quarto appuntamento e quest’oggi parleremo di un altro personaggio arrivato in Italia sia in versione manga che in versione serie tv. Il protagonista/manga/anime in questione è Lady Oscar che sicuramente tutti voi conoscerete ed anche molto bene.

Il live è del 1978, una coproduzione tra Francia e Giappone della durata di 124 minuti che vede alla regia Jacques Demy ed il cast è composto da: Catriona MacColl, Mark Kingston, Barry Stokes, Christine Böhm, Jonas Bergström, Terence Budd, Shelagh McLeod, Sue Lloyd, Michael Osborne, Anouska Hempel, Mike Marshall, Cadine Constan.

La trama, che bene o male conoscono tutti, è questa: nel dicembre del 1755 nasce la sesta figlia del generale Jarjayes. L’uomo, non avendo avuto figli maschi, decide di allevare la figlia Oscar come un ragazzo e le insegna l’arte della spada. Formidabile spadaccina, Oscar diventa appena 14enne capitano delle guardie reali. Al suo fianco vi è sempre Andrè Grandier, il suo inseparabile amico d’infanzia, che aiuterà la ragazza in più di una occasione. In quello stesso periodo la 14enne principessa Maria Antonietta d’Austria viene data in moglie a Luigi XVI, erede al trono di Francia. Il matrimonio tra i due giovani doveva garantire la pace tra l’Austria e la Francia. Qualche anno dopo Maria Antonietta incontrerà il bellissimo conte svedese Hans Axel di Fersen, di cui si innamorerà ricambiata. Oscar è a conoscenza del loro amore impossibile e cerca di confortare la giovane regina di Francia. In realtà anche Oscar è innamorata di Fersen, ma la ragazza tiene nascosti i suoi sentimenti poiché sa bene di non essere ricambiata. Andrè, da sempre innamorato di lei, vorrebbe che la ragazza dimenticasse Fersen e ritrovasse la tranquillità. Nel frattempo cresce il malcontento del popolo francese nei confronti dei propri regnanti. Col passare del tempo gli eventi precipitano e la Rivoluzione Francese inizia a prendere forma. Andrè, nel tentativo di salvare Oscar, viene ferito gravemente all’occhio sinistro. Il giovane può continuare a vedere con l’altro occhio rimasto ma il medico lo avverte che presto perderà anche l’uso del rimanente, diventando completamente cieco. Intanto Oscar scopre di essere malata di tisi e non le rimane molto da vivere. Nel 1789 la Rivoluzione Francese divampa come un incendio inarrestabile, portando con sè alcuni tragici eventi. Oscar, dopo essersi resa conto di amare Andrè, decide di schierarsi dalla parte del popolo. Durante uno scontro Andrè viene sparato e muore poco dopo tra le braccia della donna che ama. Alcuni giorni dopo, durante lo scontro per la presa della Bastiglia, Oscar perde la vita senza riuscire ad assistere all’epilogo della Rivoluzione Francese, che porterà alla decapitazione dei reali di Francia.

Il film è tratto dall’omonimo manga di Riyoko Ikeda che a sua volta ha ispirato la serie tv, che tutti ricorderanno per essere stata trasmessa più volte da Italia 1 dal 1982 ad oggi, è composta da elementi veri ed in parte da altri inventati, ma il tutto ci appare così “vero” da non riuscire a distinguere i personaggi storici da quelli usciti dalla fantasia dell’autrice.

Il merito va alla bravissima Ryoko Ikeda che, nel realizzare il manga, ha creato una storia avvincente e realistica, la cui trama è fedele e rispettosa a quanto avvenne nella realtà. L’autrice ha dato vita ad una delle storie più belle di sempre, grazie alla fedeltà storica degli avvenimenti e ad una trama appassionante e ricca di colpi di scena. Naturalmente senza dimenticare i suoi carismatici personaggi.

Dopo i vari successi del Takarazuka (una compagnia teatrale di sole donne che portò sulla scena il primo adattamento del manga, riscuotendo grande successo) viene prodotto nel 1978 e trasmesso nell’aprile del 1979 il film dal vivo di Lady Oscar. Questo film, basato sul soggetto teatrale di Versailles No Bara fu girato in lingua inglese col titolo “Lady Oscar”. Prodotto con capitali nipponici vide, come accennato in apertura, alla regia Jacques Demy (scomparso nell’ottobre 1990), autore di film come “Una camera in città” e “Pelle d’asino”. La novità assoluta di questa interpretazione dal vivo è che, contrariamente a quanto avviene di solito nei live action, tutto lo staff di attori è occidentale.
La pellicola, costata circa un miliardo di yen, purtroppo non ha gli esiti qualitativi che ci si attendeva, risultando essere un fiasco sia in patria sia all’estero. La storia è trattata in modo superficiale e i vari attori si rivelarono inadatti, anche fisicamente, ai personaggi che interpretavano.

L’opera di Demy si differenzia profondamente dal manga originale, tanto più se si contano le influenze occidentali e l’inadattabilità dello shojo manga alla realtà.

Una delle pochissime note positive è sicuramente il fatto che Demy ha avuto il piacere di girare un film a Versailles, riuscendo quindi ad utilizzare delle scenografie autentiche per lo sfondo della pellicola. Tutto sommato , da noi questo film ebbe discreto successo, anche perchè, uscendo nel 1982, incontrò l’onda di successo che aveva ottenuto la serie televisiva a cartoni animati in Italia.

La prima proiezione, sul piccolo schermo, fu mandata in onda su Italia 1 in prima serata il giorno di Natale e replicata la mattina seguente. Il film fu accolto dagli appassionati italiani in modo discorde, poiché il contenuto presentava elementi esplicitamente per adulti che potevano creare equivoci per chi non avesse seguito la serie animata in Tv.

Unico punto di congiunzione, qui da noi, tra la versione animata e il film, è lo staff dei doppiatori che sono praticamente gli stessi.”

Ultimamente il film è stato riproposto dalla Yamato Video in versione DVD anche in italiano, però sembra che sia soggetta ad alcuni non ben precisati tagli rispetto alla versione originale che venne proiettata al cinema.

Si conclude qui questo nostro quarto appuntamento con lo speciale dedicato ai live action asiatici tratti da anime e manga. Finisce qui l’appuntamento ma non lo speciale che proseguirà la prossima settimana con un altro interessantissimo live tratto da un manga ed un anime, quindi continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>