Ritorna il mitico ALF e questa volta atterra al cinema

La Sony Pictures Animation ha già acquistato i diritti di produzione della serie tv anni 80 che ha per protagonista la bizzarra creatura aliena (di nome Gordon) che finisce per sbaglio nel garage della famiglia Tanner. Una famiglia tranquilla, la cui vita viene stravolta dall’arrivo di ALF, ricercato dal governo americano.

Dopo i grandi successi dei suoi mix tra riprese dal vero e animazione come I Puffi e Hop, la Sony Pictures Animation prosegue con la stessa strategia e tocca un mito della sitcom, che quest’anno festeggia il suo venticinquennale: Alf, serie andata in onda dal 1986 al 1990 e ideata da Paul Fusco, che in originale dava anche la voce al protagonista, un alieno peloso dal buffo aspetto che si faceva adottare da una normale famiglia americana.

Mix di vari animali, animato come i Muppet o il nostro Uan di Bim Bum Bam, Alf godette di una gran popolarità, e la Sony ha intenzione di animarlo in computer grafica, liberandolo dalle costrizioni di inquadratura che aveva nella sitcom.

Un personaggio tanto strampalato non poteva non passare per il grande schermo e la Sony ha affidato al produttore de “I Puffi” Jordan Kerner lo sviluppo dell’adattamento assieme ai creatori originali Tom Patchett e Paul Fusco (suo doppiatore). Dopo gli omini blu, lo scoiattolo Alvin e il recente “Ted”, sembra davvero arrivato il momento dei pupazzi.

Paul Fusco ha già dato la sua adesione per doppiare ancora una volta il personaggio, che in Italia aveva la voce di Luigi Angelillo (che doppiava anche Zio Paperone nelle Duck Tales). Il telefilm ha generato una dimenticabile serie di cartoni prequel dal 1987 al 1988 e un tv-movie.

A cura della redazione di Cinema e Dintorni

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>