Marilyn a Fumetti

Marilyn Monroe non ha certo bisogno di presentazione, è un mito senza tempo conosciuta ed amata in tutto il mondo. Sono trascorsi quasi 50 anni dal quel fatidico 5 agosto 1962, quando la diva fu ritrovata distesa priva di vita nella camera della sua casa di Brentwood, a Los Angeles. Il corpo era nudo e una delle mani stringeva la cornetta del telefono. Ancora oggi intorno alla sua morte aleggia un’aura di mistero e forse anche questo a contribuito a costruire il mito di quest’icona sexy.

A renderle omaggio non è solo il Festival di Cannes (16-27 maggio), che le ha dedicato l’immagine dell’edizione numero 65, ma anche Cartoomics, il Salone del Fumetto, Cartoons, Cosplay, Fantasy e Collezionismo che si terrà a Fieramilanocity (Padiglione 4) dal 16 al 18 marzo.

Guido Crepax, Carlo Jacono, Milo Manara, Giuseppe Festino, Sergio Toppi, Guido Buzzelli, Gianni De Luca, Liviano Riva e Hugo Pratt ritraggono la loro Marilyn, protagonista della mostra Marilyn Monroe: indagine non autorizzata, curata da Riccardo Mazzoni e Luca Temolo Dall’Igna. Anche i loro disegni testimoniano l’immortalità dell’attrice più sexy (e più fragile) del mondo.

Si alternano disegni, fumetti, albi, riviste e libri d’epoca, tutto rigorosamente made in Italy, c’è anche la prima fotografia di Marilyn pubblicata da una rivista italiana e un bacio che avrebbe fatto ingelosire Joe DiMaggio, quello con Diabolik, l’altro protagonista di questo 19° Cartoomics.

Tags:  , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>