La storia dell’Emilia-Romagna raccontata da un fumetto

Nona arte, editoria e cultura si incontrano e danno vita ad un progetto interessante che di certo farà parlare di se, infatti, a quarant’anni dalla nascita della Regione, l’Emilia-Romagna racconta la sua storia a tutti coloro che, partendo da qui, sono andati a stare nel mondo, o che dal mondo sono giunti in questa terra. Nove passi nella storia è il titolo del volume a fumetti promosso dalla Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo e realizzato dall’Ufficio relazioni con il pubblico e dall’Istituto per i beni culturali della Regione con la collaborazione di varie direzioni generali.

Il volume nasce con l’obiettivo di raccontare la storia dell’Emilia-Romagna con parole semplici, attraverso gli acquerelli di Sergio Tisselli. “Per chi sfoglia questo fascicolo il messaggio è che questa terra, da sempre, ha accolto genti ed esperienze diverse, le quali hanno contribuito a disegnare la fisionomia di un territorio in cui il mare come il fiume, la strada come i passi dell’Appennino sono stati vie di collegamento, di scambio economico, di crescita culturale” queste le parole del Presidente Vasco Errani a prologo della pubblicazione. “

Lo strumento, inizialmente, era stato pensato principalmente per gli emiliano-romagnoli che vivono all’estero, ma si è rivelato uno strumento efficace per i ragazzi delle scuole medie. È stato successivamente tradotto in dieci lingue – tra queste arabo, cinese, curdo, albanese, russo – per gli stranieri che devono avvicinarsi alla storia e alla cultura del territorio.

“Le bellissime immagini firmate da Tisselli” – scrive nell’introduzione la presidente della Consulta, Silvia Bartolini – “permetteranno ai nostri amici all’estero di calarsi nelle millenarie vicende della nostra regione e di sentirle un po’ proprie. Sono, in qualche modo, vicende di famiglia, che appartengono all’intera nostra comunità, in Italia e all’estero”. Il volume porta anche la presentazione del presidente della Regione, Vasco Errani.

Sicuramente un progetto interessante e meritevole che, se avesse successo, potrebbe essere replicato anche per la storia delle altre regioni d’Italia.

Al momento non disponiamo di altre informazioni in proposito ma, come di consueto, continueremo a seguire da vicino la vicenda e, non appena vi saranno altri ed ulteriori sviluppi, non mancheremo di tenervi aggiornati, quindi continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!

Tags:  , ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>