Kadokawa Shoten lancia Samurai Ace

L’editore giapponese Kadokawa Shoten ha annunciato che il prossimo 26 giugno verrà lanciata una nuova rivista di manga, che si chiamerà “Samurai Ace“. Tra gli artisti che pubblicheranno su questa testata, figurano importanti nomi del mondo dei fumetti.

Queste le serie che saranno ospitate sul nuovo contenitore:

– “Yamato Takeru – Joshou-“, opera firmata da Yoshikazu Yasuhiko, incentrato sull’origine di uno dei più grandi eroi del Giappone.

– “Mitsukuniden“, storia ispirata alla vera storia di Mito Mitsukuni, tratta dal romanzo originale di Tow Ubukata (Mardock Scramble) e disegnata da Ranjou Miyake.

–  ”Shamon Kuukai: Tou No Kuni Nite Oni To Utage-su“, ispirata alla novel di Baku Yumemakura e realizzata da Mioko Ounicshi, narra le avventure del genio Kuukai e del suo amico Hayanari.

– “Yume Genji Tsurugi No Saimon“, il ritorno del manga di Natsuki Sumeragi (character designer dell’anime di Guin Saga), tratto dall’opera originale di Kazuo Koike (Lone Wolf and Cub). Samurai Ace ospiterà dunque questa serie, precedentemente pubblicata su Jin.

– “Fuyou Senri“, dalla novel di Shinobu Suga, e realizzato da Niki Kajiwara. La trama segue le vicende delle ragazze del quartiere a luci rosse di Harbin, nella Cina alle soglie del ventesimo secolo.

– “O-Neko Doushin Torimono“, di Keito Yoshikawa, che narra di un nuovo grande eroe dell’era Edo: un gatto!

Il lancio di Samurai Ace sarà accompagnato inoltre da una serie di incontri che si terranno nella Prefettura di Nara il 30 giugno, e a cui parteciperanno anche artisti come Yumemakura e Yasuhiko.

Come si evince dai primi titoli che saranno ospitati dalla rivista, si tratterà di una testata incentrata su manga storici o storie di samurai ispirati comunque ad avvenimenti realmente accaduti, un filone che in Giappone sta vivendo un momento di prosperità (il lancio della testata ne è una riprova) e che potrebbe influenzare anche le scelte degli editori occidentali. Noi della redazione ci auguriamo che il lancio di questa nuova testata possa tramutarsi in un rilancio di un genere che in Italia, tranne qualche sporadico caso, non ha mai avuto grande successo, il che è un vero peccato visto che così si sono chiuse le porte molti capolavori del genere.

Tags:  ,

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>