Etna Comics 2012 Sintesi della Terza Giornata

Terzo ed ultimo giorno della manifestazione Etna Comics 2012, come già avvenuto nelle giornate precedenti iniziamo dall’area espositiva dedicata alle mostre per poi spostarci agli eventi importanti della giornata.

La prima mostra che attrae la nostra attenzione è quella dedicata a Martin Mystère dal titolo 30, 70, 100 anni per Martin Mystère, mostra itinerante che finalmente approda anche a Catania grazie ad Etna Comics. La mostra presenta una serie di pannelli in cui viene immaginato come sarebbe stato il personaggio in ogni decade del 900.

Spostandoci allo stand accanto troviamo un’altra mostra interessante interamente dedicata ai soldatini. Soldatini di carta “gioco infantile e piacere adulto” è una mostra interamente dedicata ai soldatini di carta, pubblicati a partire dagli anni ’30 sui periodici a fumetti come Il Balilla, Il Corriere Dei Piccoli, il Vittorioso illustrati da maestri quali Pratt, Battaglia, Crepax, Toppi con dei pannelli che ne presentano le divise, gli schieramenti e accompagnano il visitatore in un viaggio virtuale nel mondo di questi soldatini di carta.

Spostandoci ulteriormente abbiamo visitato l’area espositiva dedicata a Diabolik ed alla celebrazione dei suoi 50 anni di vita. La mostra raccoglie pannelli che mostrano le varie incarnazioni del personaggio partendo dal fumetto, passando dalle interpretazioni cinematografiche in Live Action per concludersi on una proiezione in loop di svariate scene tratte dalla recente serie animata.

Anche oggi, come ieri, il tempo è tiranno e nuovamente lasciamo la zona espositiva per poterci dedicare con maggiore attenzione a tutte le altre attività proposte dalla fiera ed una in particolare ci ha colpiti per la cura e la preparazione che hanno richiesto. Ci riferiamo alla rappresentazione fatta in puro stile Steampunk fatta dall’associazione Altroquando di Acireale che, a nostro avviso, ha portato i costumi migliori superiori persino a quelli dei cosplayer intervenuti alla manifestazione.

Alle 12.30 si è svolto nella sala conferenze del piano terra del padiglione F1 di Etna Comics, il primo dei due importanti eventi che hanno scandito la giornata degli incontri di oggi  dedicati al mondo Disneyano. Il primo di questi eventi è stato “Topi e paperi!”, un incontro con Davide Catenacci caporedattore di Topolino per la Disney Italia che ha intrattenuto piacevolmente il pubblico parlando del proprio lavoro.

Alle 13.00 a seguire, sempre nella stessa sala, si è svolto il secondo degli eventi importanti dedicati al mondo Disneyano. La conferenza dal titolo il mondo delle voci Disney, ha riportato in fiera (dopo il successo di ieri) Roverto Morville, direttore artistico della Disney Italia, responsabile degli adattamenti dei film d’animazione, dei film in Live Action e di videogames che, proseguendo idealmente il discorso incominciato ieri, ha intrattenuto il pubblico parlando del proprio lavoro in Disney.

Alle 13.30 è stata la volta della Db/Jpop che pur non presentando nessuna novità editoriale (evidentemente per risparmiarle per l’ormai imminente Lucca Comics Ang Games 2012), ha comunque intrattenuto il pubblico con una interessantissima discussione sul mercato del fumetto, visto a 360° per poi spostare la discussione su di una fiera del fumetto occidentale che si svolge in Giappone.

Alle 15.30 è stata la volta della Tunè che ha organizzato per il pubblico di Etna Comics un incontro con Emanuele Di Giorigio. Anche in questo caso non è stata annunciata nessuna novità, segno questo che la Tunè ha deciso di rimandare ogni annuncio alla fiera di Lucca Comics And Games limitandosi a fare qualche nome di titoli di fumetti indipendenti.

Alle 16.00 sempre nella sala conferenze del piano terra del padiglione F1 è stata la volta della 001 edizioni che hanno realizzato un incontro con Antonio Scuzzarella direttore editoriale di 001 Edizioni, che ci ha parlato delle ultime novità comprendenti L’Eternauta 2 diseganto da Lopez in formato verticale con un grande apparato redazionale che ne curerà l’edizione, inoltre i loro franco belga saranno più grandi di 2 cm.

Alle 16.30 immediatamente dopo l’incontro con la 001 edizioni, è stata la volta dell’incontro “100 Paper Bullets” che ha presentato un altro dei personaggi più attesi della mostra, Eduardo Risso che, seguendo l’esempio di David Lloid ha parlato del suo lavoro più celebre 100 Bullets che, per chi ancora non lo sapesse, è una serie a fumetti scritta da Brian Azzarello e disegnata appunto da Eduardo Risso (con copertine di Dave Johnson), pubblicata dalla DC Comics sotto l’etichetta Vertigo. È stata premiata con l’Eisner Award in varie edizioni e per diverse categorie. Il fumetto ha un’ambientazione di genere noir e pulp, che richiama la cifra stilistica di romanzieri come Elmore Leonard, Eddie Bunker, Dashiell Hammett, Raymond Chandler e che recupera le atmosfere di film di successo come Le iene e I soliti sospetti. La serie è stata proposta in italiano inizialmente dall’editore Magic Press all’interno della rivista antologica mensile Vertigo Presenta. Lo stesso editore provvedeva, aperiodicamente, a raccogliere in volumi gli episodi precedentemente serializzati sulla rivista. Dal 2006 è l’editore Planeta DeAgostini, sempre con la consulenza dello staff editoriale Magic Press, a pubblicare in volumi brossurati la collana. Nel 2012 l’editore RW Edizioni sotto l’etichetta Lion è subentrata alla Planeta che (per motivi non precisati) ha dismesso il mercato italiano, ed ha iniziato una ristampa di tutti i numeri, pubblicandoli quattro per volta in volumi brossurati e con una cadenza bimensile. Nell’incontro non sono mancate le domande da parte del pubblico alle quali il maestro non si è esentato dal rispondere.

Come nelle precedenti giornate, anche oggi la manifestazione è stata ricca di eventi collaterali quali la proiezione (avvenuta alle 13.30) del film Diabolik di bava, un film del 1968 che non si vede spesso in tv. La pellicola è ispirata ovviamente all’omonimo fumetto creato da Angela e Luciana Giussani e riprende le situazioni di alcuni episodi della serie a fumetti, in particolare quelli intitolati Lotta disperata, L’ombra della notte e Sepolto vivo!. Il film è considerato uno dei migliori film pop degli anni sessanta, un misto di pop art, optical art, psichedelia e futurismo, ed ha influenzato film come CQ, diretto da Roman Coppola nel 2001. Coppola ha infatti dichiarato che il film di Bava gli è servito per dare il “mood audiovisivo” al suo lungometraggio e questo spiega l’importanza di questa proiezione e del perché sia stata inserita questa pellicola sia nella mostra (con scene inserite nei pannelli) che nei festeggiamenti per i 50 anni del personaggio.

Ampio spazio è stato riservato al mondo del Cosplay che ha beneficiato di un’area interamente dedicata a chi si è voluto cimentare in questa difficile forma d’arte ed al suo relativo Contest che ha raggiunto il suo culmine con la premiazione del vincitore, ma anche oggi erano tanti anche quelli che giravano in costume per il resto dei padiglioni senza partecipare alla competizione.

Come nei giorni scorsi, anche oggi, caratteristici sono stati il bar in stile giapponese, la degustazione del thè giapponese secondo le usanze di questo popolo, la dimostrazione di preparazione del Darayaki tipico dolce giapponese composto da due pancake formati a partire dalla kasutera (impasto simile al pan di spagna) e riempito al centro con l’anko, una salsa dolce rossastra ricavata dai fagioli azuki, la vestizione del Kimono Kitsuke, la dimostrazione di Shodo, la calligrafia giapponese e le tecniche di realizzazione degli origami, per non parlare della possibilità di poter degustare i famosi Ramen giapponesi con un chiosco che li preparava e vendeva.

Con l’angolo dedicato alle firme che oggi ha beneficiato della presenza di Mauro Ferro, Giulia Adragna, Miki Tori, Barbara Canepa, Guillame Bianco, Emanuele Gizzi, Lucio Parrillo, Luigi Siniscalchi e Paolo Cossi.

L’angolo dei disegni che ha raccolto nomi eccellenti del fumetto quali Miki Tori, David Lloyd, Gallieno Ferri, Guillame Bianco, Barbara Canepa, Phil e Kaja Foglio e Maurizio Rosenzweig.

Riuscire ad elencare tutto quello che è avvenuto nelle tre giornate catanesi, vista anche la ricchezza degli eventi è veramente difficile ma pensiamo comunque d’essere riusciti a dare delle dettagliate sintesi dei tre giorni e se nel farlo non abbiamo dato spazio a tutti è stato non per dimenticanza o trascuratezza, ma più semplicemente perché materialmente non eravamo in grado di presenziare più eventi simultaneamente, quindi chi non fosse stato nominato o appena accennato nelle nostre sintesi non ce ne voglia. Ci teniamo a dire che se da un lato è vero che Etna Comics si è appena conclusa, è altrettanto vero che nei prossimi giorni torneremo a parlarne approfondendo quello che abbiamo appena accennato nei nostri precedenti articoli, quindi se pensate che Etna Comics abbia già dato e detto tutto per quest’edizione, aspettate di vedere ciò che pubblicheremo nei prossimi giorni, quindi continuate a seguirci se volete rimanere aggiornati.

Stay Tuned!!!

Lascia un commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>