Arriva Pac-Man: The Adventure Begins

In un comunicato stampa la Disney XD ha annunciato che svilupperà una serie animata di genere action comedy con protagonista il celebre personaggio del videogioco creato nel 1980: lo show, dal titolo provvisorio Pac-Man: The Adventure Begins, dovrebbe andare in onda a partire dall’autunno del 2013. Produttori esecutivi saranno Avi Arad (The Amazing Spider-Man, The Avengers) e Rick Ungar (X-Men: Evolution, Biker Mice From Mars).

“Sono molto emozionato pensando alla produzione di Pac-Man: The Adventure Begins,” ha detto Arad. “Pac-Man è una delle più grandi icone del mondo. E’ divertente e avventuroso e porterà i toni e le sue abilità in questa stupenda serie animata.”

L’annuncio è stato dato dalla Namco Bandai Games Inc., la Arad Productions e la 41 Entertainment LLC.

Questa non è la prima incursione di Pac Man nel mondo dell’animazione, infatti già nell’ormai lontano 1982 la ABC trasmise una prima serie animata prodotta da Hanna-Barbera, dal titolo Pac-Man: The Animated Series.

Per chi ancora non lo conoscesse, Pac-Man (conosciuto in Giappone con il nome di Puckman) è un videogioco ideato da Tohru Iwatani programmatore della Namco e pubblicato per la prima volta dalla Midway Games nel 1980 nel formato arcade da sala. Acquisì subito grande popolarità e negli anni successivi, sotto l’etichetta “Namco”, sono state via via pubblicate varie versioni per la quasi totalità delle console e dei computer, conservando fino a oggi la sua fama di classico dei videogiochi. Per molti anni, Pac-Man è stato la mascotte della Namco.

L’origine di Pac-Man è piuttosto singolare. Sembra infatti che l’idea soggiunse a Tohru Iwatani durante una cena con degli amici guardando una pizza a cui era stata tolta una fetta. Dopo quattordici mesi da quella cena, precisamente il 22 maggio del 1980, grazie a un team di sviluppo di otto tecnici, divisi equamente fra software e hardware e capeggiati da Shigeo Funaki, comprendente anche il musicista Toshio Kai, vide la luce il primo Pac-Man.

Il gioco fu commercializzato in Giappone a partire dal 10 maggio con il nome di Puckman, termine che deriva dalla parola giapponese ぱくぱく, ovvero “chiudere e aprire la bocca”. Il nome fu poi cambiato in Pac-Man per la sua commercializzazione negli Stati Uniti, iniziata nell’agosto dello stesso anno, a causa di una spiacevole assonanza con una parolaccia inglese: si temeva che “Puckman” potesse essere storpiato in un osceno “Fuckman”.

Nel novembre dello stesso anno Pac-Man viene presentato all’Amusement and Music Operators Association (AMOA) di Chicago dove venne definito «troppo carino per avere successo». Le previsoni dell’AMOA furono presto smentite: il successo del “mangia-palline” fu strepitoso: la Namco piazzò, in soli sette anni (dal 1980 al 1987), più di 300 000 macchine e vendette milioni di gadget e pupazzi vari, quindi non stupisce ora il fatto che si rispolveri il personaggio per realizzare un’altra serie tv che, ne siamo sicuri, contribuirà a rinnovare il mito di Pac-Man nelle nuove generazioni.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>